Come cucinare i tranci di salmone

trancio di salmone
Sale&Pepe

Il salmone è uno dei pesci più amati nelle cucine di tutto il mondo. Facile da preparare, versatile e sempre disponibile, questo ingrediente ha carni rosa, saporite, morbide e delicate. Ricco di grassi (182 calorie per 100 grammi), il salmone è anche ricco di Omega-3, acidi grassi essenziali di cui l'organismo ha bisogno e non riesce a produrre da solo. I suoi effetti? Aiuta il corpo a proteggersi dall'invecchiamento, protegge e ripara le membrane cellulari e preserva la frescezza della pelle.

Puoi trovare il salmone fresco, surgelato, in scatola o affumicato, procedura usata in special modo nei paesi del Nord Europa. Solitamente, una volta affumicato, viene tagliato a fettine sottili e servito come antipasto. Ma i tagli del salmone sono tanti e, soprattutto da fresco, è un ingrediente con cui è possibile creare tante ricette. In tranci, poi, dà il meglio: lo si può cucinare alla griglia, in padella e anche al forno. Scopri come cucinare i tranci di salmone.

Quali sono i tagli del salmone


Facciamo un'importante premessa. Il salmone norvegese è l'unico pesce che può essere consumato crudo senza bisogno di essere abbattuto precedentemente. Le procedure standard di produzione e alimentazione applicate dall'industria dell'acquacoltura norvegese, infatti, garantiscono che le specie di salmonidi allevati in Norvegia non siano portatrici di nematodi o di parassiti potenzialmente pericolosi per i consumatori.

Pertanto, per quanto concerne i parassiti potenzialmente patogeni per la salute umana, l'Autorità Norvegese per la Sicurezza Alimentare ha dichiarato sicuro mangiare il salmone d'allevamento crudo, come nel sushi, senza un precedente abbattimento. Scopri qui come preparare nigiri o sashimi di salmone norvegese.

Detto questo, tutte le parti del salmone possono essere consumate crude o cotte. Ecco quali sono i tagli più utilizzati. Da un filetto di salmone norvegese è possibile ricavare il ventre, una sezione sottile con spesse strisce di grasso bianche nella parte bassa del filetto intero. Partendo dal lato più spesso si assottiglia allungandosi per due terzi dell'intero pesce verso la sezione della coda. È considerato una prelibatezza e da questo taglio si ricavano striscioline e rotolini perfetti.

Il lombo del salmone è composto di grasso e carne in pari quantità e si presta alla maggior parte degli stili culinari. È possibile creare pezzetti da degustazione, tagli per il sushi e dadini. Il lombo superiore è considerato "il filetto" del salmone, la parte più pregiata del salmone norvegese. Ha una maggiore percentuale di grasso rispetto al resto del corpo ed è ideale per tutti gli stili culinari. Da qui puoi ricavare i tranci da cucinare alla griglia, in padella, arrosto, oppure da affumicare.

Anche il salmone ha i suoi tagli di seconda scelta. Dalla sezione di coda, che è la più piccola e più sottile dell’intero filetto, si possono ottenere due la parte della coda, che si riconosce facilmente grazie alla forma che va restringendosi, la striscia di grasso più ampia, che la percorre nel mezzo. A seconda della grandezza del filetto, questa sezione può misurare da soli 5 cm di larghezza fino a 20 cm, partendo dalla fine e arrivando al lombo e al ventre.

Come pulire e tagliare il salmone


Scopriamo ora come pulire e tagliare il salmone. Il primo passaggio consiste nell'eliminare la pelle. Fai scorrere con attenzione la lama di un coltello molto affilato tra la pelle e la polpa del pesce. Rimuovi le lische toccando il salmone con le mani ed eliminando le spine una a una, con l'aiuto di una pinzetta.

Il taglio dei vari pezzi di salmone cambia da zona a zona del corpo del pesce. Per ottenere il ventre, inserisci il coltello alla fine di questa zona, nella parte più stretta, dove la dentellatura dello strumento si arcua, dirigendo la lama verso la parte più spessa dell'intero filetto. Taglia tutto il filetto restando paralleli alla striscia di grasso centrale.

Per ottenere il lombo, inserisci il coltello nella striscia di grasso centrale, in modo perpendicolare al punto dove la parte finale del filetto inizia a restringersi verso la coda, taglia lungo tutto il filetto e poi di traverso lungo la striscia di grasso centrale, allontanandoti dalla parte rastremata, per creare una sezione rettangolare di lombo.

Per tagliare il lombo superiore, inserisci il coltello all'inizio del filetto, nel punto in cui comincia a restringersi verso la coda. Taglia per tutta la lunghezza verso la striscia di grasso centrale e affetta di traverso lungo questa zona, per creare una sezione rettangolare di lombo superiore.

Per i tagli di seconda scelta, inserisci il coltello all'inizio del filetto, sul lato interno del lombo superiore, taglia in lungo, passando la lama da un'estremità all'altra e poi taglia di nuovo per il lungo attraverso il centro della porzione per separare la parte di coda dal taglio di seconda scelta.

Salmone in tranci: fresco o congelato?


Scegliere di cucinare il salmone in tranci fresco o il salmone in tranci congelato è una scelta di comodità. Consumando il prodotto fresco, si potrà godere appieno dei sapori e degli odori di mare della materia prima. Ma utilizzare il prodotto congelato ti darà la certezza di avere un prodotto sicuro al 100%, sempre disponibile, già pulito e porzionato in filetti o tranci.

Se hai bisogno di un ingrediente con cui preparare pranzi o cene veloci, il salmone è la materia prima giusta. Basta una griglia, qualche erbetta aromatica e alcune gocce di aceto balsamico o salsa di soia e il gioco è fatto.

Cucinare i tranci di salmone in padella


Scopriamo come cucinare i tranci di salmone in padella. Una volta porzionato il pesce o acquistato il taglio direttamente in pescheria, prepara dei gustosi tranci di salmone al pomodoro. Fai scaldare del burro in una padella antiaderente, sbuccia lo scalogno, tritalo finemente e fallo soffriggere a fuoco dolce, dopo un minuto aggiungi il rosmarino e adagia i tranci di salmone risciacquati e asciugati, spolverizzati di zucchero. Basteranno due minuti di cottura.

Tra le altre ricette che puoi preparare in padella, prova i tranci di salmone ai semi e l'insalata con trancio di salmone scottato e chicchi rossi.

Cucinare i tranci di salmone al forno


Scopriamo come cucinare i tranci di salmone al forno. Anche se questo tipo di cottura si adatta meglio a un filetto, puoi scegliere di cuocere anche i tranci. Dopo aver lavato, asciutato e privato delle eventuali spine il vostro pezzo di salmone, prepara del burro fuso condito con limone filtrato, origano, sale e pepe. Poi prendi i tranci e adagiali in una pirofila foderata con carta da forno, bagnata e strizzata. Spennella la polpa con metà della salsina al burro e fai riposare i tranci. Copri il tutto con dell'alluminio e metti i tranci in forno già caldo a 180° per 10 minuti. Di tanto in tanto spennella con la salsina. Trascorso il tempo, versa la restante salsina e fai cuocere senza alluminio per altri cinque minuti prima di servire caldo.

Puoi preparare anche tranci di salmone al cartoccio, tecnica che conserva meglio gli umori del pesce. Ti basta un foglio di alluminio. Tra le ricette da utilizzare per cucinare i tranci di salmone al forno provali gratinati allo zenzero, in salsa piccante oppure crea un rotolo al salmone e funghi.

Cucinare i tranci di salmone alla piastra


Puoi anche cucinare i tranci di salmone alla piastra o alla griglia creata con brace viva. Il salmone è un pesce che si presta particolarmente bene a questo tipo di cottura. Basta spennellarli con olio d'oliva: il resto lo farà il grasso presente in queste carni. Ricorda di farti preparare tranci di salmone da almeno 2 o 3 centimetri. Bastano 3-4 minuti per lato per ottenere una cottura perfetta. Puoi scegliere di condirli con delle salse fresche come il guacamole.

Cucinare i tranci di salmone al vapore


Se si decide di cuocere il salmone al vapore, il tempo di cottura ideale generalmente è intorno ai 10 minuti. Anche qui potrete sbizzarrirvi con abbinamenti di salse per il pesce e preparare, ad esempio, dell'ottimo salmone con salsa olandese.

Cucinare i tranci di salmone al microonde


Per cucinare i tranci di salmone al microonde riponili in una pirofila adatta a questo tipo di cottura. Condisci i tranci con olio extravergine d'oliva, sale, pepe, qualche fettina di limone. Coprendo il recipiente con della pellicola trasparente, fai cuocere per 10 minuti alla massima potenza. Se vuoi puoi aggiungerci anche le patate, con la buccia, ma puntellate con la forchetta: questo trucco eviterà che scoppino in forno.

Ricette di secondi con tranci di salmone

Top ten con salmone

Condividi


  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it