I crostoni con verza e bitto al burro e salvia

  • 65 minuti PT65M
  • FACILE
  • kcal 280
  • recensioni
crostoni-con-verza-e-bitto-al-burro-e-salvia
Sale&Pepe

L’unione tra il sapore dolce e delicato ma anche inconfondibile e intensamente aromatico del bitto si sposa magnificamente con il gusto intenso e caratteristico della verza dando ...

Leggi di più

Ingredienti per 4 persone

CREA LISTA DELLA SPESA

Preparazione dei crostoni con verza e bitto al burro e salvia

372751) Per preparare la ricetta dei crostoni con verza e bitto al burro e salvia, parti dalla verza: separa le foglie, lavale e cuocile in acqua bollente per 20 minuti. Non appena saranno pronte scolale e falle intiepidire sotto l’acqua corrente.

2) A questo punto asciuga le foglie di verza e tagliale a losanghe, poi trita finemente l’aglio, lava la salvia e tagliuzzane le foglie. Infine grattugia il bitto.

3) Ora fondi il burro in una padella piuttosto capiente, aggiungi l’aglio e la salvia e fai insaporire a fiamma dolce per qualche minuto prima di unire la verza al soffritto. Condisci con un pizzico di sale e una macinata di pepe e lascia cuocere per altri 5 minuti.

4) Trascorso il tempo indicato, unisci anche il bitto grattugiato e prosegui la cottura per altri 10 minuti mescolando spesso. Nel frattempo metti a tostare le fette di pane casereccio sotto il grill. Una volta pronte, ricoprile con le verze calde e servi subito.


Crostoni con verza e bitto al burro e salvia: curiosità sul bitto

L’ingrediente più caratteristico dei nostri crostoni con verza è indubbiamente il bitto, un formaggio lombardo a denominazione di origine protetta. A differenza dei bitto storico che viene realizzato con il latte delle mucche e delle capre che si nutrono di erbe di montagna, quello DOP viene prodotto dal latte di animali nutriti per lo più con mangimi e fermenti selezionati in modo tale da ottenere un prodotto dalle qualità organolettiche più standard e dunque non influenzate dalle erbe ingerite dagli animali. Per questo motivo il bitto storico è ormai da anni un presidio Slow Food.


Menù di appartenenza


Condividi la ricetta



Abbina il tuo piatto a


  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it