Come cucinare il riso basmati

riso-basmati
Sale&Pepe

Il riso basmati è una varietà di cereale diffusa in India, ma che possiamo ormai trovare anche nei nostri supermercati. Con i giusti consigli, puoi mettere in tavola una cena dal gusto esotico che lascerà a bocca aperta i tuoi commensali. Ma prima scopriamo come cucinare il riso basmati.

Cos'è il riso basmati


Il riso basmati è una varietà di riso dal chicco bianco, affusolato e traslucido. Una delle principali caratteristiche di questo cereale è il suo profumo e il suo gusto delicato. Cresce nelle regioni dell'India e del Pakistan, e ha alle spalle una tradizione produttiva e culinaria di centinaia di anni. Inadatto a risotti e minestre infatti, il riso basmati è da sempre usato come accompagnamento per piatti speziati a base di carne, pesce o verdure, quasi fosse una specie di pane.

Il suo nome affonda le radici nella lingua hindi: il suo significato è "regina di fragranza". La più pregiata delle varietà di riso basmati è la Dehra Dun, coltivata sulle colline ai piedi dell'Himalaya. Quello coltivato nel Bengala Occidentale prende il nome di Patna.

La sua diffusione in Occidente è dovuta anche al basso contenuto di lipidi e al sapore gradevole che il riso basmati mantiene anche se non condito. Inoltre, è facilmente digeribile e privo di glutine, quindi ottimo per l'alimentazione di celiaci e intolleranti al glutine. Per ogni 100 grammi di questo cereale assimiliamo 360 kcal.

Come lessare il riso basmati


Essendo ricco di amido, il riso basmati va sciacquato molto bene prima della cottura. Lo scopo è ottenere la giusta fragranza dei chicchi, oltre a lasciarli ben divisi e compatti. L'operazione di lavatura del riso andrà ripetuta finché l'acqua in cui lo si sta sciacquando non apparirà limpida e senza residui. Occorreranno anche 3 o 4 lavaggi.

Un altro passaggio da fare prima di lessare il riso bamsati è il metterlo a bagno. Dato che i chicchi sono piuttosto fragili, lasciali in acqua per circa mezz'ora in modo tale che si possano rafforzare e non spezzarsi in fase di cottura. Questa operazione garantirà maggiore compatezza al chicco.

È ora di lessare il riso basmati. Riempi una pentola di acqua, mantenendo un rapporto 1 a 1,5, verificando che il riso sia coperto almeno da un paio di centimetri di acqua. Servendoti del metodo delle tazze, ricorda che a una tazza di riso deve corrispondere 1,5 tazze di acqua. Scegli una casseruola dal fondo spesso, meglio se di ceramica.

Dopo aver fatto bollire l'acqua, aggiungi il riso basmati salando a piacere. Accertati di coprire il tutto con un coperchio e tieni la fiamma vivace per almeno 3 minuti. Trascorso questo tempo, abbassa la fiamma e tieni il coperto, prolungando la cottura per altri 10 minuti.

Non sollevare il coperchio: il vapore all'interno infatti è una componente fondamentale per la cottura del riso basmati. Alla fine della cottura spegni il fuoco e lascia raffreddare il riso nella pentola ancora coperta: si tratta della fase finale di lessatura.

Come cuocere il riso basmati al vapore


Per imparare a cuocere il riso basmati al vapore la cosa importante da ricordare è la quantità di acqua. Mentre il rapporto tra riso e liquido nel procedimento di lessatura è di 1 a 1,5, qui la quantità di acqua sale a 2. Quindi versa il riso in un bicchiere e aggiungilo a una pentola con il fondo spesso. Poi aggiungi due bicchieri di acqua e porta il tutto a ebollizione.

A questo punto copri la pentola con il suo coperchio, spegni la fiamma e non toccare la pentola per 25-30 minuti. Al termine dell'attesa il riso sarà cotto al punto giusto, caldo e perfettamente granato, pronto per completare i piatti descritti in queste ricette a base di basmati.

Come cuocere il riso basmati pilaf


Anche il riso basmati può essere cotto con la tecnica pilaf, che consiste nel tostare il riso in un soffritto, bagnarlo con del brodo e cuocerlo, coperto e senza mai mescolare. Questa cottura di origine turca può esser fatta in forno e sul fornello. Ciò che ti dirà che il riso è pronto è il grado di umidità: quando sarà asciutto, potrai servirlo. Grazie al grasso che assorbono durante la tostatura, i chicchi sono ben staccati e si sgranano facilmente con 2 forchette. Per ogni 100 grammi di riso, dovrai aggiungere 2 decilitri d'acqua.

Ti servirà una cipolla da tritare finemente e da mettere in una casseruola con coperchio (il contenitore deve anche poter andare in forno). Unisci 50 grammi di burro per far appassire il trito a fiamma bassa. A questo punto aggiungi il riso e, sempre mescolando, fallo tostare per 3-4 minuti fino a che i chicchi non saranno traslucidi e staccati.

Scalda il brodo e versalo lentamente sul riso, mescolandolo. A questo punto alza la fiamma e porta il liquido a ebollizione, smettendo di mescolare. Copri il recipiente e mettilo in forno caldo a 200°C. Il tuo riso pilaf sarà pronto in 18 minuti. Togli il coperchio: se i chicchi sono ben asciutti, allora il tuo riso è pronto. Aggiungi alcuni fiocchetti di burro e poi sgrana con la forchetta. Per renderlo più gustoso puoi cucinare il riso basmati pilaf con verdure al curry.

Come aromatizzare il riso basmati


Il riso basmati può essere aromatizzato con molti ingredienti: limone, cardamomo nero, chiodi di garofano, cannella, bacche di pepe nero. Per dargli un sapore esotico si può aggiungere del latte di cocco, ingrediente fondamentale anche per cuocere un tipico piatto indiano in cui il riso basmati fa bella mostra di sé: il pollo al curry con latte di cocco.

Come accompagnare il riso basmati


Usato come pane e non come materia prima per risotto e zuppe, il riso basmati è l'accompagnamento ideale per piatti a base di carne come il pollo marinato. Tuttavia può essere consumato come un primo piatto, preparato al curry con gamberi o condito con granella di mandorle, verdure e tofu.


Cosa fare con il riso basmati avanzato


Il riso basmati, così come il suo fratello normale, non teme le grandi quantità. Infatti, se ne hai cucinato un po' troppo, puoi trasformarlo in un riso al salto, classico piatto di recupero della tradizione lombarda, utilizzarlo per crocchette un po' più aromatiche, oppure sfruttarlo per preparare un riso Pulao. Basta aggiungerci olio, lamelle di mandorle, uvetta, curry e cumino. Puoi accompagnarlo a delle lenticchie rosse speziate.


Ricette di secondi accompagnati da riso basmati

Piatto unico con riso basmati

Ricette di torte salate con riso basmati

Condividi


  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it