Caffè e salute: una tazzina al giorno…

Caffè e salute: una tazzina al giorno…

Secondo una nuova ricerca, il consumo corretto di caffè fa bene a cuore, mente e sistema nervoso. Ma non tutti lo sanno

Pinterest
stampa
caffè
Sale&Pepe

Sette europei su dieci ritengono di seguire uno stile di vita salutare, ma più della metà degli intervistati non è a conoscenza di tutti gli effetti benefici che un consumo equilibrato di caffè, 3-5 tazzine al giorno, apporta al nostro organismo. È dimostrato, infatti, che il consumo moderato di caffè si adatta perfettamente a una dieta sana e a uno stile di vita attivo. Lo rivela la ricerca internazionale condotta dall'Isic, Institute for Scientific Information on Coffee, che ha coinvolto oltre 4.000 consumatori in 10 Paesi europei.

Gli italiani e il caffè

Per noi italiani è pressoché impossibile fare a meno della bevanda più diffusa al mondo dopo l'acqua: è l'inconfondibile aroma del caffè a scandire i ritmi della giornata. Il 77% degli italiani consuma il caffè a casa, il 45% al bar e il 41% al lavoro.
In Italia beviamo quasi 6 chili di caffè a testa ogni anno, circa 3 tazzine al giorno: al mattino per svegliarci, dopo pranzo per digerire e nelle pause per rigenerarci. Siamo dei veri esperti in materia.
Tanto che a nostro merito va l'invenzione della prima macchina per il caffè espresso brevettata nel 1901 dall'ingegnere milanese Giuseppe Bezzera, realizzata poi nel 1948 grazie all'intervento del designer Gio Ponti, e la creazione nel 1933 della moka, la macchinetta a filtro presente in ogni casa.
Sarà anche per questi motivi che, seconda la ricerca, siamo risultati più consapevoli sugli effetti benefici di questa bevanda rispetto al resto degli europei.


Il 61% degli italiani non può immaginare una vita senza caffè, il 65% ne ama il gusto e il 36% l'aroma.
Il 75% dei nostri connazionali pensa che il consumo di questa bevanda possa influire positivamente sulla salute, mentre più della metà degli europei ha le idee molto confuse sul ruolo svolto dal caffè.
Il 74% degli italiani intervistati ritiene che il caffè aiuti a ridurre il rischio di diabete di tipo 2; la maggioranza, quasi 9 italiani su 10, crede che il caffè aiuti la concentrazione; oltre la metà degli intervistati ritiene che migliori le performance sportive. Ed è proprio così!Infatti la caffeina ha un effetto ergogenico, migliora le performance fisiche soprattutto per gli sport come la corsa, il ciclismo o il canottaggio.

Gli europei e il caffè

Il 71% degli europei pensa che il caffè non contrasti il rischio di diabete di tipo 2; invece gli studi epidemioligici hanno dimostrato che 3-4 tazzine di caffè al giorno ne può ridurre lo sviluppo di circa il 25%.

Il 63% degli europei crede che il caffè non contribuisca a ostacolare l'insorgere delle malattie neurodegenerative; ma le ricerche dimostrano che il consumo equilibrato riduce fino al 20% il rischio di contrarre il morbo di Alzheimer e contribuisce a ridurre il pericolo di sviluppo del Parkinson.

Il 79% degli europei ritiene che un moderato consumo di caffè possa aumentare la concentrazione, teoria confermata dall'EFSA, Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare: l'assunzione di 75 mg di caffeina, l'equivalente di una tazzina di caffè, può incrementare l'attenzione e la vigilanza. La caffeina migliora le prestazioni della memoria, in particolare quando si stanno affrontando attività noiose e ripetitive.

Il 42% degli europei reputa che il caffè faccia male al cuore e al sistema cardiovascolare. Niente di più falso: studi e sperimentazioni sul consumo di caffeina, ultimo quello condotto dall'Università della California a San Francisco su 1.388 partecipanti selezionati dal database Cardiovascular Haelth Study, hanno dimostrato i potenziali benefici cardiovascolari dell'assunzione moderata di caffè. Il consumo regolare non ha effetti sulla pressione sanguigna e non aumenta il rischio di ipertensione.

Inoltre l'OMS, Organizzazione mondiale della sanità, conferma che la caffeina non induce dipendenza.

Quindi, nessuna esitazione la mattina di fronte al caffè della moka. E per chi ama sapori più decisi può optare per l'espresso al bar o il caffè delle capsule, o ancora scegliere l'americano, un buon compromesso tra il caffè fatto in casa e quello del bar.

Monica Pilotto
4 febbraio 2016

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it