Buone notizie: il vino rosso aiuta a controllare il peso

Buone notizie: il vino rosso aiuta a controllare il peso

Succo d’uva e vino rosso aiutano a controllare il peso corporeo, stimolano il metabolismo e fanno bene al fegato. Uno studio scientifico svela il perché

Pinterest
stampa
Grapes turning into wine
Sale&Pepe

L'elisir di lunga vita, o meglio di vita sottile, potrebbe essere contenuto in un buon bicchiere di vino rosso. Lo sostiene una ricerca scientifica americana, che ha da dare una ottima notizia: il vino, ovviamente consumato con moderazione, aiuta a controllare i grassi nel sangue, le funzionalità del fegato, accelera il metabolismo dei grassi e dunque può aiutare a controllare il peso corporeo.
Non vuol dire che un bicchiere di vino rosso possa far dimagrire, certo, ma senz'altro il nettare degli Dei potrebbe comparire presto nella lista di alimenti e bevande che fanno bene alla nostra salute.

Lo studio che lo ha dimostrato è stato svolto nei laboratori di biologia della Oregon State University, Stati Uniti d'America. Qui un gruppo di ricercatori ha analizzato in laboratorio le molecole presenti nel vino rosso (ma anche nel succo di uva nera) e ha poi paragonato questi risultati con quelli di un precedente studio svolto sui topi, nutriti a vino rosso per un periodo. Le conferme sono subito arrivate: i topi, dopo un test durato 10 settimane in cui, ogni giorno, venivano nutriti con l'equivalente umano di un bicchiere e mezzo di vino rosso al dì, mostravano un sensibile abbassamento dei livelli dei grassi nel fegato, dei sintomi del diabete, degli acidi grassi nel sangue e una funzionalità accelerata del metabolismo dei grassi. Le problematiche legate al cosiddetto fegato grasso, possono essere alla base di alcune malattie, come lo stesso diabete o l'anemia, e proprio per questo motivo il controllo di questi valori è fondamentale per una buona salute dell'uomo.

La sostanza che garantirebbe il controllo dei grassi nel sangue è un polifenolo contenuto nel vino e nell'uva, l'acido ellagico, le cui proprietà benefiche si aggiungono dunque a quelle, ormai risapute, del resveratrolo, un fenolo contenuto a sua volta nella buccia degli acini di uva. Ma per chi non ama il vino rosso e volesse cercare questo acido anche in altri alimenti, vi è una seconda buona notizia: questo polifenolo non è presente solo nell'uva, ma anche in altri frutti e verdure, tutti rigorosamente rossi, come le ciliegie, i pomodori, le fragole, il melograno, i peperoni rossi.

Eva Perasso
10 febbraio 2015

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it