Come cucinare il polpo

polpo-confit-con-cime-di-rapa-ripassate
Sale&Pepe

Il polpo è un ingrediente imprescindibile per chi ama la cucina di mare. I suoi gustosi tentacoli e la sua carne, quando fresca e tenera, possono arricchire sughi e primi piatti oppure offrire agli amanti della griglia un degno avversario. Prima di cucinarlo però, il polpo va sottoposto ad alcune operazioni che ti aiuteranno a renderne la carne morbida. Ecco come cucinare il polpo.

Com'è fatto il polpo


Il polpo è il più noto dei molluschi cefalopodi. Ha corpo massiccio, a forma di sacco, di colore da grigio a giallastro, spesso macchiato di verde. Ha 2 grandi occhi e possiede 8 tentacoli muniti di 2 serie di ventose. Raggiunge anche dimensioni notevoli, gli esemplari migliori, con polpa tenera, sono però quelli lunghi più o meno 50 cm. Ha un buon apporto proteico e potere saziante e poche calorie. Quando lo acquisti fresco, controlla che la pelle sia di colore giallo-grigio con striature iridescenti. Il polpo più gustoso, con due file di ventose sui tentacoli, è detto di scoglio. Viene definito piovra quando ci si trova davanti a un esemplare di grandi dimensioni.

Segreti per un polpo morbido


Facciamo un'importante premessa: non esiste un polpo già completamente morbido in natura. Questo mollusco va ammorbidito manualmente e, per farlo, ci sono diverse tecniche. La prima: sbatti il mollusco su una pietra o su un ripiano, aiutandoti con un batticarne.

Un altro metodo per spezzare le fibre - parte dell'organismo che lo rende gommoso - consiste nel congelarlo in freezer. Quando ti servirà, basterà scongelarlo e cuocerlo. Se preferisci questo metodo, puoi già acquistarlo congelato.

Procurati qualche tappo di sughero pulito e mettili nella pentola insieme al polpo: questo è un altro metodo per mantenere il polpo morbido.

Se hai tempo e vuoi ottenere un polpo morbidissimo, mettilo direttamente nell'acqua fredda e fai bollire per almeno un'ora. Spegni il fuoco e fai raffreddare il mollusco lentamente nell'acqua.

Differenza tra cottura polpo fresco e congelato


Se hai acquistato un polpo congelato puoi o aspettare che si scongeli, oppure lessarlo così com'è. Nel primo caso basterà mettere il polpo in uno scolapasta, posizionato nel lavello della cucina, e attendere che il mollusco si scongeli. Solo a questo punto potrai cuocerlo come un polpo fresco. Se invece hai deciso di cuocere il polpo congelato, ti basterà metterlo in un tegame con acqua fredda e attendere circa 30 minuti: a quel punto, a seconda del peso, dovrebbe essere pronto.

Per cuocere il polpo fresco immergi i tentacoli nella pentola con l'acqua in ebollizione, tenendolo per la testa. Ripeti l'operazione per altre 2 volte: questo piccolo trucco serve per far arricciare i tentacoli, ottenendo così un effetto più decorativo al momento di impiattare. Inoltre la carne risulterà anche più tenera.

Una volta fatta questa prima operazione, immergi completamente il polpo e fallo cuocere per mezz'ora: il tempo varia a seconda del peso del mollusco. Infatti, se il polpo pesa 500 grammi, 30 minuti saranno sufficienti per cuocerlo. Se pesa un chilo, dovrai raddoppiare il tempo.

Come pulire il polpo


Scopriamo come pulire il polpo. Dopo questo passaggio, strofinalo su una superficie liscia e sciacqualo bene. Indossa un paio di guanti in lattice usa e getta ed elimina occhi, becco e interiora: per farlo, ti basterà rovesciare la testa come un guanto.

Come cucinare il polpo in umido


Il polpo viene solitamente bollito, poi condito con olio, aglio e prezzemolo. ma dà il meglio di sé in umido. Dopo averlo pulito, taglia il polpo a tocchetti. Metti i pezzetti in una casseruola con olio extravergine di oliva. Quando sarà rosolato, bagnatelo con del vino bianco e fate evaporare il liquido a fiamma viva.

A questo punto aggiungi la passata di pomodoro e qualche pomodorino datterino. Aggiusta di sale e pepe. Copri e cuoci a fiamma bassa per 30 minuti. A fine cottura cospargi il tutto con un trito di prezzemolo. Ricordati sempre di assaggiare: il polpo è infido nella cottura e, anche rispettando i tempi previsti, solo il test finale potrà dirti se è davvero cotto.

Come cucinare il polpo in insalata


Scopriamo ora come cucinare il polpo in insalata. Si tratta di una delle ricette più comuni nonché una delle più amate. Lessiamo il polpo in abbondante acqua con vino, cipolla, alloro e mazzetto aromatico. Lascia intiepidire nel liquido di cottura, poi scolalo e taglialo a pezzetti. Taglia i finocchi a fette e mettili a insaporire in padella con dell'olio per 5 minuti. Aggiungi miele, aceto e salsa di soia, poi aggiusta di sale e pepe. Stufa il tutto. Poi prendi un mazzetto di finocchietto e crea un'emulsione con olio, sale e pepe. Sistema i finocchi nel piatto e adagia il polpo su di essi, condendo con la salsina.

Puoi anche creare un'insalata di polpo con pomodori e lime oppure un'insalata tiepida di polpo al sedano.

Come cucinare polpo e patate


Tra le migliori ricette da fare con il polpo scopriamo ora come cucinare polpo e patate. Spesso servito come antipasto ma anche come gustoso secondo, questo piatto ha solo due ingredienti: il polpo e le patate. Le diverse versioni di questa ricetta prevedono l'aggiunta di olio, aglio, prezzemolo. Se però decidi di fare le cose in grande puoi combinare questi alimenti, creando un polpo su crostone di patate con mini strudel di ricotta. In questo caso dovrai bollire o cucinare il polpo a vapore per circa 20 minuti. Nel periodo delle patate nuove, prova anche il mix piccantino di polpo e patate novelle.

Cottura polpo pentola a pressione


La cottura del polpo in pentola a pressione è molto semplice e accorcia i tempi di cottura. Prendi il polpo, mettilo nella pentola a pressione, unisci il soffritto e aggiungi una macinata di pepe. Sala e copri con acqua: a questo punto chiudi il coperchio. Lascia cuocere per 20 minuti dal fischio. A questo punto spegni, fai sfiatare completamente e apri la pentola. Lascia quindi che il polpo si intiepidisca nel suo liquido.

Come ammorbidire il polpo già cotto


Quest'ultima tecnica di cottura ci insegna un altro segreto per rendere il polpo ancora più morbido. Che sia stato cotto in pentola a pressione o con una normale bollitura, il polpo va lasciato ammorbidire e intiepidire nel suo liquido. In questo modo la carne diventerà ancora più tenera.

Condividi


  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it