Seguici su Facebook Seguici su Instagram
Tecniche di BaseRisoCome cucinare gli spaghetti di riso

Come cucinare gli spaghetti di riso

BioIntegraleLightSenza GlutineSenza LattosioSenza UovaVeganoVegetariano

Sono altamente digeribili e privi di glutine. Scopri i modi migliori per cucinarli e per portare a tavola un tocco di Oriente

Condividi

Gli spaghetti di riso sono una pasta orientale di colore biancastro opaco. Famosi per essere molto usati nella cucina cinese, stanno prendendo piede anche nell'alimentazione contemporanea italiana. La ragione principale sta nel fatto che sono privi di glutine e quindi si adattano benissimo alle diete senza glutine. Inoltre sono ricchi di nutrienti: gli spaghetti di riso contengono fosforo, ferro, potassio, ma non colesterolo, hanno un bassissimo contenuto di grassi e sodio e sono facilmente digeribili. In più, potete prepararli a casa.

Spaghetti di riso fatti in casa: ingredienti e ricetta
Se siete tra quelle persone che non si piegano alla dittatura dei cibi pronti sugli scaffali di cibo etnico al supermercato, sappiate che potete preparare da soli i vostri spaghetti di riso. Procuratevi una tazza di farina di riso, mezza tazza di farina di tapioca o fecola di patate e una tazza e mezza di acqua. In una terrina mescolate tapioca e farina di riso. Mescolate con un frustino a mano. Aggiungete poco a poco l'acqua fino a creare un impasto omogeneo ma liquido. Prendete una vaschetta d'alluminio e spennellatela di olio di riso. Togliete l'eccesso con un pezzo di carta assorbente. Versate mezzo mestolo di composto per far sì che il fondo del recipiente sia coperto. Inserite il tutto in una vaporiera e fate cuocere per un paio di minuti. Otterrete una sfoglia di farina di riso che dovrete spennellare con altro olio. Esaurita la pastella potrete dare forma ai vostri noodles: lo spessore lo decidete voi.

Dove comprare gli spaghetti di riso
Se il tentativo di trasformarvi in  provetti produttori di spaghetti di riso è miseramente fallito, niente paura: potete sempre recarvi nel supermercato più vicino e acquistarne un pacco di già pronti. Gli spaghetti di riso sono molto diffusi in tutta Italia, grazie alla Grande Distribuzione. Altrimenti potete rivolgervi ai negozi specializzati in articoli gastronomici orientali. Ciò riduce al minimo il rischio di rovinare la preparazione del vostro piatto asiatico.

Cottura perfetta degli spaghetti di riso: i tempi
Ad esempio, se avete voglia di preparare un freschissimo piatto di spaghetti di riso e verdure, acquistate una delle grosse matasse di questa pasta che trovate nei supermercati o nei negozi specializzati in cucina orientale e metteteli a rinvenire in acqua tiepida almeno un'ora prima di servirli. Se non avete molto tempo, immergeteli in acqua bollente e lasciateli a mollo per 2-3 minuti. Non lasciateli in acqua troppo a lungo, rischiano di diventare acquosi. Un filo d'olio aiuta a non farli attaccare.

Spaghetti di riso nel wok
Se volete approcciarvi alle ricette asiatiche più popolari, sappiate che avrete bisogno di un wok. Si tratta di una pentola a forma conica, con il fondo arrotondato e semisferico. In commercio ci sono diversi modelli di wok: cambia la lunghezza del manico, i rivestimenti antiaderenti, possono essere in ceramica o in acciaio. Il suo diametro varia dai 28 ai 32 centimetri. La cosa più interessante è che il wok non si adatta bene solo alla cottura ad esempio degli Spaghetti di riso piccanti. È un valido strumento anche per friggere, cuocere a vapore o semplicemente per rosolare le tue pietanze. Ciò che rende possibile questo uso versatile del wok è la sua capacità di trattenere a lungo il calore e di consentire cotture brevi e soprattutto con poco olio, quindi dando alla pietanza un ridotto consumo di grassi. Questo significa che c'è una buona distribuzione del calore in tutta la pentola, che permette una rapida evaporazione dei liquidi. Per cuocere gli spaghetti di riso nel wok è sufficienti ammollarli con il procedimento che abbiamo visto in precedenza e poi unirli a delle verdure cotte a fiamma viva con due cucchiai di olio. Vi basteranno cinque minuti per ottenere un risultato perfetto.

Spaghetti di riso al vapore
Se non vogliamo rischiare che la nostra pasta sia rovinata dal contatto con l'acqua, proviamo a preparare gli spaghetti di riso con la cottura al vapore. In questo caso dovrete avere a disposizione una vaporiera. Dovrete solo adagiare su una superficie traforata o permeabile gli spaghetti. Al di sotto, nella pentola, ci dovrà essere dell'acqua. Il vapore, circolando nella pentola, farà il resto. Dopo aver portato a ebollizione l'acqua, abbassate la fiamma al minimo. Per gli spaghetti occorreranno non più di 15 minuti. Se la consistenza non vi convince proseguite ancora per qualche minuto.

Spaghetti di riso alla piastra
Per dare una spinta maggiore al sapore del vostro primo esotico, potete provare a preparare gli spaghetti di riso alla piastra. Anche in questo caso il procedimento inizierà con la cottura degli ingredienti nel wok. Ad esempio, potete scegliere di condire i vostri spaghetti di riso con del pollo che infarinerete e rosolerete nel wok per circa cinque minuti. Aggiungete le verdure e fatele cuocere col pollo. Dopo aver fatto rinvenire i noodles, aggiungeteli al mix nel wok e fate cuocere, condendo il tutto con due cucchiai di soia. Al termine del procedimento trasferite tutto su una piastra rovente e fate saltare ancora per due minuti.

Spaghetti di riso in brodo
Tra i piatti orientali più noti, avrete notato anche voi quelle invitanti ciotole fumanti servite in ogni ristorante asiatico del mondo. Lì dentro possono esserci ramen, udon, spaghetti di soia ma anche spaghetti di riso che ben assorbono gli aromi dei brodi in cui vengono immersi. Ad esempio, specie durante la stagione invernale, per combattere stanchezza e qualche malanno di stagione, perché non preparare dei gustosi noodles di riso in brodo? Dopo aver preparato il più classico brodo di pollo, utilizzando le verdure e gli aromi tradizionali insieme alla carne, mettete in acqua gli spaghetti di riso per farli rinvenire. Dopo qualche minuto preparate una ciotola sul cui fondo metterete un cucchiaio di salsa di soia, delle verdure saltate o bollite, un uovo sodo tagliato a metà e i nostri spaghetti di riso. Coprite il tutto con il brodo di pollo e gustate ben caldo.

Salsa per condire spaghetti di riso
La salsa più usata per condire gli spaghetti di riso è quella di soia. Molto spesso è solo una base necessaria per dare una spinta al sapore di questa pasta altrimenti insipida.

Spaghetti di riso: le ricette orientali
Insieme ai ramen, a quelli di soia o di grano saraceno, gli spaghetti di riso sono il simbolo della cucina cinese e giapponese. Tra le ricette tradizionali da preparare anche a casa, puoi provare l'insalata fredda di spaghetti. Vi serviranno cetrioli tagliati a julienne, carote, salsa di fagioli mungo verdi e del pollo. Il tutto dovrà essere servito rigorosamente freddo. Potete anche provarli alla maniera del Sichuan. Gli spaghetti di riso saranno serviti con una salsa molto piccante in cui ci saranno anche pollo e gamberetti. La carne sarà marinata in salsa di soia e vino di riso.

TAG: #come cucinare#spaghetti di riso
Load More

Gli altri spaghetti orientali

Abbina il tuo piatto a

Aggiornamento disponibile!
Fai tap sul pulsante AGGIORNA per aggiornare la Web App.

AGGIORNA ANNULLA

Installa la Web App Le ricette di Sale&Pepe sul tuo iPhone.

Fai tap su Installa Web App e poi Installa Web App "Aggiungi a Home".

Sei offline, alcune risorse potrebbero non essere disponibili. Verifica la connessione.