Le sorprendenti usanze in fatto di snack

Le sorprendenti usanze in fatto di snack

Qualche conferma e molti colpi di scena nella nuova ricerca che ci rivela cosa si mangia e mangiucchia nelle diverse nazioni a metà giornata

Pinterest
stampa
Frozen yogurt with berries
Sale&Pepe

Sulle roventi spiagge dell'isola di Malta quest'estate ho scoperto con stupore che i bagnanti locali provano un gran piacere nello sgranocchiare ingenti quantità di arachidi. Da dove possa scaturire il desiderio di un cibo tanto arido e assetante sotto il solleone mi riesce difficile capirlo, ma le cose stanno così.

In effetti i gusti degli altri popoli in materia di cibo non sempre sono pienamente condivisibili, ma quando si parla di snack le cose tendono a peggiorare.
A dimostrare questa realtà (semmai non fossero bastati i Kit Kat ai fagioli, alle patate o all'aceto che tanto piacciono in Giappone) è stato anche il primo Global Survey on Snacking Trends, un nuovo studio internazionale condotto dalla Nielsen su un campione di 30.000 persone. Gli intervistati dovevano rivelare cosa avessero "mangiucchiato" nell'ultimo mese a metà giornata.

Ebbene, nonostante il cioccolato abbia raggiunto un 64 % di preferenze, risultando il cibo più amato a livello globale, ai successivi posti si sono piazzati snack insospettabili quali frutta e verdure che hanno rispettivamente conquistato il 62 % e il 52 % delle citazioni, seguiti da biscotti (51%) e pane (50 %).

Una lettura dei risultati divisi per nazione porta anche a valutare i comportamenti più o meno virtuosi.

Le abitudini meno salutari del pianeta, guarda caso, appartengono agli Stati Uniti che, tra un pasto e l'altro, desiderano mettersi in bocca soprattutto patatine fritte, seguite da cioccolato, formaggio e biscotti.

Peccato che alla successiva domanda su ciò che chiederebbero a uno snack ideale abbiano risposto "un basso contenuto di sale".

Tra gli altri colpi di scena, una specialità italiana come il gelato è risultata lo snack più comune in Perù e Cile, mentre Messico e Colombia hanno mostrato una buona preferenza per lo yogurt, proprio come la Francia che però lo ha nominato accanto ai suoi famosi formaggi. Prodotti da caseificio anche per Russia, Grecia e Olanda, pane semplice o imbottito per gli indiani, mentre i cinesi sembrano adorare noci, semi vari e ravioli al vapore.

I primi della classe sono stati gli israeliani e i rumeni che hanno sostenuto di privilegiare uno snack di ortaggi.

Beati loro che nemmeno sembrano essere attratti dalle altre leccornie. Noi italiani, per esempio, abbiamo (più) sinceramente dichiarato che spesso consumiamo yogurt, ma in realtà sogniamo il cioccolato e le merendine che ne sono farcite.

Daniela Falsitta
1 ottobre 2014

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it