Aggiornamento disponibile!
Fai tap sul pulsante AGGIORNA per aggiornare la Web App.

AGGIORNA ANNULLA

Installa la Web App Le ricette di Sale&Pepe sul tuo iPhone.

Fai tap su Installa Web App e poi Installa Web App "Aggiungi a Home".

Sei offline, alcune risorse potrebbero non essere disponibili. Verifica la connessione.

Pesci di lago: trota, salmerino e lavarello

Pesci di lago: trota, salmerino e lavarello

Tre squisiti pesci della famiglia del salmone: un’eccellenza dei nostri laghi e dei freddi torrenti di montagna

Pinterest
stampa
Trota, salmerino e lavarello
Sale&Pepe

Spesso considerati come "pesci minori", i pesci di lago, da qualche tempo, stanno vivendo un periodo di rivalutazione dal punto di vista gastronomico. Ma sapreste distinguere, pulire, sfilettare e cucinare alla perfezione questi tre pesci di lago? Non è così semplice. Ve ne parliamo noi più approfonditamente in questo articolo!

La trota
190345La si riconosce dalla sua classica sfumatura verdastra che si estende su tutto il dorso e da quella più chiara, quasi bianca sul ventre. Non solo, il suo tratto distintivo più caratteristico è proprio la fascia longitudinale rosata sul fianco. Ne esistono di diverse varietà, ma quelle più diffuse sono due: l'Iridea (spesso allevata) e la Fario (selvaggia). Sfatiamo un mito. La trota salmonata non è una specie di trota che si trova spontaneamente in natura. Il colore rosa della sua carne è dato da una alimentazione a base di carotenoidi nei bacini d'allevamento. Le trote vengono infatti nutrite con mangimi preparati con farine di gamberi. Solo in rari casi il processo avviene in natura.


Il salmerino
190343Immediatamente riconoscibile e distinguibile dagli altri due pesci di lago dalle pinne grigio-arancioni, dal colore molto scuro del dorso e dalla striscia arancione a contrasto che ha sul ventre. Ha carni molto magre e delicate.

Il lavarello
190348Conosciuto anche con il nome di "coregone", questo pesce di lago, è quello che ha il colore più chiaro e il corpo più sottile. Ha un colore dai toni argentei con riflessi verdi. La sua miglior qualità? Avere pochissime spine!

Come eviscerare i pesci di lago

Step by Step

    • 1 pesci-di-lago-@salepepe
    • 1) La tecnica vale per tutti i pesci: praticate con le forbici un taglio sul ventre, dall'orifizio anale fino alla testa.

    • 2 pesci-di-lago-@salepepe
    • 2) Allargate con le mani i lembi del taglio ed estraete tutte le interiora, separandole all'occorrenza dal corpo con un coltellino.

    • 3 pesci-di-lago-@salepepe
    • 3) Sciacquate a lungo il pesce, dentro e fuori, sotto acqua fredda corrente, in modo da eliminare tutto il sangue. Asciugatelo con carta da cucina.

Come sfilettare i pesci di lago

Step by Step

    • 1 pesci-di-lago-@salepepe
    • 1) Dopo averli eviscerati, inserite la lama del coltello fra il filetto superiore e la spina centrale e fatela scorrere in modo da staccare il primo filetto. 

    • 2 pesci-di-lago-@salepepe
    • 2) Girate il pesce e procedete allo stesso modo anche dall'altra parte, in modo da ottenere il secondo filetto. Togliete le spine rimaste con una pinzetta.

    • 3 pesci-di-lago-@salepepe
    • 3) Ora fate scorrere il coltello tra la polpa e la pelle in modo da eliminarla.

Pubblicato il 03/09/2021

Condividi

Torna indietroTorna indietro Torna alla Home pageTorna alla Home page

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it