L’elenco dei pesci salva portafogli

L'elenco dei pesci salva portafogli

Il consumo e la conoscenza delle specie ittiche meno note è il modo più efficace per spendere poco e collaborare al ripristino degli equilibri che governano la vita marina

Pinterest
stampa
murena del Mediterraneo
Sale&Pepe


Razza stellata, muggine, murena, boga, alaccia, musdela, melù. E poi sugarello, potassolo, aguglia. Non li avete mai sentiti nominare? Allora armatevi di un po' di sana curiosità e andate a cercarli al mercato perché queste specie salveranno il nostro mare.

Buone, di gran pregio alimentare ed economiche (solo 5 euro al chilo), possono contribuire a ridurre la pressione sulle specie più sfruttate e conosciute e quindi a migliorare la salute complessiva della fauna mediterranea.

Quest'estate di crisi pare il momento giusto per tentare nuove esperienze gastro-ittiche ad alto tasso di piacere e di risparmio.

Da giugno a oggi, infatti, complici il maggior tempo a disposizione per dedicarsi alla spesa e alla cucina, nonché i prezzi stabili rispetto allo scorso anno, il consumo di pesce sulle nostre tavole è aumentato del 15-20 %.

A provarlo è un sondaggio online condotto dalla Federcoopesca-Confcooperative che ha stilato anche la classifica delle specie più richieste.

Naturalmente ai primi posti figurano i soliti noti: le acciughe, pesce azzurro per eccellenza, a pari merito con naselli e triglie (44% di preferenze ottenute), seguiti da vongole e cozze (30%) e dai crostacei (26%).

Scelte parzialmente sagge in quanto dimostrano una certa preferenza per il pesce di stagione che consente di risparmiare fino al 30%. In agosto, infatti, i pesci citati ai primi posti sono generalmente più abbondanti così come dentice, sogliola, pesce spada, sardina, sgombro, ricciola, lampuga, tonnetti e alalunghe. Il prezzo giusto per loro dovrebbe partire dai 10 euro al chilo, quando si tratta di pesce azzurro, per salire a 15-30 euro per il pesce bianco.

Intanto anche il governo non perde tempo: è solo di ieri infatti la notizia di un piano di rilancio per il settore pesca modulato in cinque azioni che prevede un investimento di ben 537 milioni di euro complessivi (tra fondi nazionali e comunitari). Insieme alle attività di sensibilizzazione e informazione dei consumatori, nei prossimi anni darà nuovo ossigeno e impulso alla filiera ittica italiana con una ricaduta estremamente positiva sul mercato e sull'occupazione.

 

Daniela Falsitta,
5 agosto 2014

Condividi

tag: pesca pesce
  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it