Aceto, elisir di lunga vita

Aceto, elisir di lunga vita

Tantissime le tipologie di aceto, da quello di mele a quello di riso, da quello di vino a quello balsamico. Quale scegliere, proprietà e curiosità

Pinterest
stampa
Olive Oil and Vinegar
Sale&Pepe

Fin dalla notte dei tempi, da quando l'uomo ha scoperto la trasformazione del vino in aceto, si è fatto uso di questo liquido dal sapore agro, duro e accattivante per condire le pietanze, per la conservazione dei cibi e per curare malattie e malanni.

In Estremo Oriente per Confucio, Budda e Lao-Tse, tre grandi figure della tradizione religiosa asiatica, l'aceto ottenuto dalla fermentazione della frutta e del riso era l'essenza stessa della vita.

I legionari romani bevevano la “posca”, una sorta di energy drink ante litteram dall'effetto fortificante a base di aceto, miele e acqua; i persiani e i babilonesi bevevano l'aceto allungato con l'acqua come bevanda dissetante; nel XVI secolo, in Europa, le disinfezioni a base di aceto di vino erano la migliore profilassi contro la peste; nell'800 le regine di Belgio e Olanda furono testimonial di un aceto da toeletta “che dà all'acqua un gradevole profumo e proprietà rinfrescanti”; nel XIX secolo i governi europei imposero di lavare frutta e verdura con l'aceto per arginare il colera.

Ancora oggi bastano poche gocce di questo liquido miracoloso per alleviare i disturbi più comuni.
Ma tra i tanti in commercio, quale scegliere?

Tipologie e proprietà

Aceto di vino
È considerato l'elisir tuttofare: cura allergie, artriti, ipertensione, bronchiti, calcoli, calma i dolori di pancia e il mal di gola, lucida i capelli. Diluito in acqua è usato per alleviare le infezioni alle gengive o per liberare le vie aeree nei suffumigi, lenire l'emicrania, tonificare la pelle e lucidare i capelli nell'ultimo risciacquo. Qualche cucchiaio di aceto bianco nell'acqua del bagno aiuta a combattere lo stress e le tensioni muscolari, per questo è particolarmente consigliato la sera in quanto ha un effetto calmante. Inoltre è utile per lenire piccoli pruriti: chiude i pori della pelle, migliorandone il tono. Contro piaghe e fiacche in bocca basta un gargarismo di acqua e aceto. L'aceto è un buon disinfettante ed è utile contro le punture degli insetti, inoltre rende inoffensive le morsicature delle meduse. Se punti da un'ape, passate un batuffolo di cotone imbevuto d'aceto e l'azione urticante si ridurrà del 75%.

Aceto di mele
Prodotto dall'affinamento del sidro e del mosto di mele, ha potere astringente, antiossidante, digestivo e depurativo. È poco calorico - 15 calorie per 100 grammi - e quindi è il più indicato nelle diete. Un cucchiaino di aceto di mele racchiude una grande quantità di principi attivi: vitamine, amminoacidi, potassio, oligoelementi e minerali. L'aceto di mele diluito con acqua e applicato in piccole quantità con un batuffolo di cotone, è consigliato in caso di occhi stanchi, arrossati o infastiditi da una luce troppo forte. Contro laringiti e forme non gravi di asma, si può assumere aceto di mele per inalazione: inspirando, il vapore scioglie l'ostruzione delle narici, placa l'infiammazione della mucosa e mette in atto un'azione antibatterica. Combatte i bruciori di stomaco e stimola l'attività peristaltica intestinale, prevenendo diversi disturbi intestinali tra i quali la dissenteria. Per questo i turisti che visitano Paesi stranieri dovrebbero assumere un cucchiaino di aceto diluito in un bicchiere d'acqua prima dei pasti. Inoltre lubrifica le articolazioni e bastano degli impacchi di aceto caldo per alleviare i dolori di una storta alla caviglia. Infine, l'aceto di mele reintegra il sale mancante ed è utile contro la caduta dei capelli e per rafforzare le unghie. Rende splendenti i denti ed è ottimo per la loro pulizia perché previene il tartaro.

Aceto balsamico
Ricco di sali minerali (potassio, calcio, magnesio e fosforo), nel Medioevo era considerato una panacea per tutti i mali. A basso contenuto di sodio, povero di grassi saturi e senza colesterolo, è un toccasana per il sistema circolatorio. Grazie alla sua elevata concentrazione di polifenoli è un ottimo antiossidante: combatte i radicali liberi e ripristina il ph naturale della pelle. Aiuta la digestione ed è un condimento meno calorico e meno grasso rispetto a tante altre salse.

Aceto di riso
Molto usato in Giappone, si trova in versione bianca, nera e rossa. Delicato e rigenerante, ha proprietà digestive e depurative. I benefici dell'aceto di riso sono molto noti nella medicina tradizionale orientale, dove è considerato uno straordinario antisettico in grado di uccidere i batteri presenti nel pesce crudo. Per questo motivo viene usato soprattutto con il sushi. Inoltre rende il sangue più fluido, contrasta il colesterolo e i radicali liberi e dà energia perché è una buona fonte di acido citrico.

Aceto di miele
Si ottiene dalla fermentazione del miele addizionato con acqua. Apprezzato per il suo sapore delicatissimo e profumato, è un ottimo disinfettante per l'intestino, riduce il colesterolo e rafforza le difese immunitarie. È depurativo, svolge un'azione disintossicante su fegato e intestino ed è leggermente lassativo. È digestivo in quanto stimola le funzioni gastriche e combatte i gonfiori addominali. Infine, attiva il metabolismo perché ricco di enzimi che aiutano i processi metabolici. Ricco di vitamine del gruppo B e di sali minerali tra cui ferro, magnesio, potassio, calcio e fosforo che contribuiscono a mantenere in buono stato le ossa.

Aceto di cocco
Utilizzato soprattutto in Estremo Oriente, è prodotto dalla fermentazione naturale della linfa della palma di cocco di cui mantiene le proprietà e i sentori esotici. È tonico, aiuta la digestione e ha proprietà emollienti. L'aceto di cocco è particolarmente indicato per la cura della pelle, soprattutto quella secca: poche gocce di aceto, emulsionate con un po' di olio di mandorle, aiutano a eliminare le impurità e favoriscono la microcircolazione.

Aceto di lamponi
Ha un profumo molto intenso e nasce dalla fermentazione dei lamponi. Ha proprietà antinfiammatorie, purifica il sangue e migliora la circolazione. È un ottimo digestivo dopo pasto e può essere utilizzato per impacchi su occhi stanchi e arrossati

Monica Pilotto
20 gennaio 2016

Condividi

Viedoricetta di un risotto con i fiocchi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it