Lancio della pizza, il primato a Napoli

Lancio della pizza, il primato a Napoli

Nei giorni scorsi a Napoli 300 pizzaioli e appassionati provenienti da tutta Italia hanno regalato a Napoli il primato, sottraendolo agli americani, del maggior numero di persone a lanciare un panetto di pizza contemporaneamente

Pinterest
stampa
Man throwing pizza dough
Sale&Pepe

Il mitico lancio della pizza, a chi non è mai capitato di assistere ad una performance del pizzaiolo, in realtà non è per puro esibizionismo che lo si pratica ma fa parte delle operazioni fondamentali nella preparazione della pasta che si pratica nel momento in cui si vuole dare al panetto la forma rotonda e piatta finale.
E non potevano stare con le mani in mano, i napoletani, dopo che nel giugno scorso la città di Los Angeles si era aggiudicata il record del maggior numero di persone a lanciare un panetto di pizza contemporaneamente, erano stati 265 gli americani a vincere il guinness ma non poteva durare.
 
Nei giorni scorsi, durante l’evento Cibus Campania Felix a Napoli, si è consumata la sfida lanciata a giugno, è così che 300 pizzaioli e appassionati provenienti da tutta Italia e anche dal Giappone hanno regalato a Napoli il primato.

Già dal primo giorno dell’evento gli spettatori avevano potuto assistere alle prove corali di lancio del panetto (quattro in programma), pesante circa 400 grammi, pronto a diventare una pizza larga almeno 31 centimetri. Tra i partecipanti una decina di ragazzi disabili dell'associazione "Tutti a scuola" e due giovani promesse della pizza: Martina Veneruso, appena quindicenne, e Sara Pompeo, che il mese prossimo volerà a Miami per inseguire il suo sogno di aprire lì una pizzeria tutta sua.

Il record è stato certificato finalmente ieri sera alle 20 presso il Palapartenope dal giudice del Guinness World Record, che prima ha contato i candidati in gara e poi ha misurato tutte le pizze.
«Una festa del gusto in cui ha vinto la maestria di tutti i pizzaioli, chiamati a uno sforzo corale per entrare nella storia. Un’occasione giocosa per far conoscere al mondo la bontà della pizza margherita esaltata dal meglio dei prodotti agroalimentari campani» ha affermato il vicepresidente dell’associazione Margherita Regina  che, insieme all’Istituto nazionale pizza, ha organizzato l’evento.

Oltre alla sfida a colpi di lievito e farina, i trecento in gara hanno preparato oltre 2500 pizze per visitatori e spettatori. Si sono potuti assaggiare i prodotti tipici dell'eccellenza gastronomica campana, sparsi nei dodici stand ospitati dalla rassegna. Tra le delizie esposte, la crema di cioccolata al gusto di mozzarella di bufala, ideata dal chimico campano Nunzio Mancino. La ricetta è a base di di nocciole Igp (Indicazione geografica protetta) di Giffoni, latte di bufala campana e cioccolato piemontese di Guido Castagna. Nel corso della manifestazione è stato inoltre consegnato un premio speciale alla carriera a dieci pizzaioli con più di cinquant'anni di attività alle spalle.

Silvia Viganò
17 settembre 2014

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it