Gioco (serio): quanti cucchiaini di zucchero consumano i bambini?

Gioco (serio): quanti cucchiaini di zucchero consumano i bambini?

Ci siamo divertiti a leggere le etichette di alcuni prodotti di largo consumo e calcolare quante calorie consumano i nostri figli (e non solo loro) tra colazione e merenda del mattino. Sommando le quantità le verifiche sono presto fatte.

Pinterest
stampa
Sugar Cube
Sale&Pepe

Abbiamo già parlato di ciò che c'è da sapere riguardo a bambini&merendine. Parliamo ora più in generale di zuccheri: i bambini non dovrebbero consumare più di 4-5 cucchiaini di zucchero al giorno, parola dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Basta un rapido calcolo per verificare se i nostri ragazzi superano la soglia d’attenzione.

Per questo abbiamo deciso di fare un’incursione tra gli alimenti più gettonati della dieta di tutti i giorni, per calcolare quanto zucchero potenzialmente assumono i nostri figli nell’arco di una sola mattinata - colazione + merenda (qua i suggerimenti per la buona colazione per i bambini grassi).

Vi offriamo una serie di spunti basati sulla semplice osservazione delle etichette dei cibi più comuni. Poi ciascuno, sommando le quantità di carboidrati (e in particolare degli zuccheri), potrà valutare se ritarare la giornata alimentare della famiglia.

La premessa è che gli zuccheri sono essenziali per il funzionamento del nostro organismo, perché sono una fonte rapida e diretta di energia; però tutti ormai concordano sul fatto che le calorie in eccesso diventino a lungo andare causa di obesità.

Naturalmente non tutte le fonti di zuccheri sono uguali: per esempio la frutta e i cereali sono anche ricchi di nutrienti e fibre, quindi sono qualitativamente più validi rispetto a succhi, merendine e dolci.

Altro fattore su cui occorre fissare l'attenzione per giudicare gli zuccheri è che essi provocano variazioni dell’acidità nell'organismo. Nella bocca, per esempio, cambiamenti di ph e la proliferazione dei batteri provocata dagli zuccheri danneggiano lo smalto e provocano le carie. A livello intestinale e urinario, inoltre, ci possono essere alterazioni della flora batterica, con successive infiammazioni.

166305Fatte brevemente le dovute premesse che motivano perché gli zuccheri nella dieta andrebbero limitati, passiamo ai fatti e calcoliamo quanti ne assumiamo sin nelle prime ore della giornata.

Prima di cominciare con i calcoli, però, va ancora chiarito che in questo elenco i valori sono ben poco assoluti: ognuno di noi, per avere un'idea precisa di quanti zuccheri consuma, dovrebbe leggere con attenzione le etichette e fare le dovute somme. Inoltre, anche se non citiamo nessun brand in particolare, specifichiamo che la scelta è caduta sulle marche più diffuse in commercio.

Volutamente non sono state inserite le bibite, perché diamo per scontato che siano un’eccezione e non un’abitudine. E non ci siamo dilungati anche sul fatto che ogni volta che leggiamo in etichetta sciroppo di mais, fruttosio o malto si tratta sempre di zuccheri e nemmeno che essi si nascondono in cibi insospettabili come verdura in scatola e ketchup…

166311Fatte tutte le doverose premesse, andiamo dritti ai dati.

Per iniziare, la nostra unità di misura base è 1 cucchiaino di zucchero, ovvero circa 15 g di zucchero e che, per semplificare i calcoli, arrotonderemo un po’. 

I NUMERI

  • 3 biscotti: consideriamo un peso totale di circa 30 g (10 g a biscotto) e una media totale di 6 g di zuccheri (i carboidrati in questo caso sono superiori) = 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 1 vasetto di yogurt piccolo: 100 g corrisponde a circa 15 g di carboidrati (e in questo caso la quantità di zuccheri è identica) = 1 cucchiaino
  • 1 mela fresca: circa 120 g che corrispondono a 12 g di zuccheri = 1 cucchiaino scarso
  • 2 cucchiai di mele secche: circa 20 g = 18 g di carboidrati = 1 cucchiaino abbondante di zucchero
  • 1 cucchiaio di frutta secca, ovvero circa 20 g può corrispondere a 0,8 g di zuccheri nel caso dei pinoli e a 1,6 nel caso dei pistacchi, tutti gli altri si collocano nel mezzo = 1 punta di cucchiaino di zucchero.
  • 5 prugne secche: 40 g, 21 carboidrati di cui 12 zuccheri = 1 cucchiaino scarso.
  • 1 tazza piccola di latte: 200 g, sono circa 5 di carboidrati di cui zuccheri 5 g = 1/3 di cucchiaino.
  • 1 merendina classica = il peso varia dai 25 ai 40 g e la quantità di zuccheri può crescere dai 5 ai 20 g = quindi da 1/3 a 1 cucchiaino intero.
  • 2 cucchiaini di crema spalmabile al cioccolato: 30 g contengono 18 g di zuccheri = 1 cucchiaino abbondante.
  • 2 fette biscottate = 16 g, ovvero 1,2 g di zuccheri (12 g i carboidrati) = 1 puntina di zucchero.
  • 4 cucchiai di cereali di riso soffiato = 40 g, sono 3,2 g di zuccheri (34 g di carboidrati) = 1/4 di cucchiaino di zucchero.
  • 1 barretta di cioccolato e cereali dal peso di 23 g, corrisponde a 11 g di zuccheri = 1 cucchiaino scarso.
  • 1 bicchiere di succo di frutta, cioè 200 ml: a seconda del succo corrisponde a 15-20-30 g di zuccheri.

Ora che abbiamo a disposizione un po’ di numeri proviamo a fare la composizione di una colazione e una merenda

Colazione: 1 tazza di tè con 2 cucchiaini di zucchero + 3 biscotti + 1 mela = 3,5 cucchiaini di zucchero
Merenda di metà mattina: 1 merendina + 1 succo di frutta = 2,5 cucchiaini di zucchero
Abbiamo raggiunto un totale di 6 cucchiaini di zucchero, ovvero l'ipotetico bambino ha già superato la quantità consigliata.

Se però per esempio la colazione, che continua a essere un pasto essenziale, fosse costituita da latte, cereali e una porzione di frutta secca, la quantità di zuccheri sarebbe sotto al cucchiaino. Lo svantaggio è che per alcuni una colazione tanto sobria sarebbe  poco attraente.

Oltre al fattore gusto, a giocare un ruolo fondamentale è anche la praticità. Per fare un esempio su tutti: le mamme sanno che i succhi di frutta o la frutta secca sono più comodi della frutta fresca che va sbucciata, pulita e spesso trattata con il limone per diventare che diventi scura. E a scuola si rischia di sporcare il banco. Lo scotto da pagare è in termini di carboidrati e calorie.

L’invito è a giocare con i numeri, per calcolare quanto zucchero consumiamo tutti i giorni e magari modificare qualche abitudine.

A proposito, per chi volesse fare un paio di calcoli per sè: la quantità consigliata di zuccheri per le donne è di 6 cucchiaini e per gli uomini è di 9.

Barbara Roncarolo
28 settembre 2015
aggiornato ottobre 2018
da Stella Rita

SCOPRI I CORSI DI CUCINA DI SALE&PEPE

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it