Seguici su Facebook Seguici su Instagram
VegetarianoZuppa salentina: la Scurdijata

Zuppa salentina: la Scurdijata

BioIntegraleLightSenza GlutineSenza LattosioSenza UovaVeganoVegetariano

Il pane raffermo e fritto incontra le verdure avanzate e i legumi cotti nella pignatta: un pizzico di peperoncino e il piatto diventa irresistibile

Condividi

Ingredienti

Un piatto tipico della tradizione culinaria salentina, profumatissimo, che si prepara da sempre, tramandato di madre in figlia. È un piatto furbo perché è un piatto che ricicla gli avanzi di pane, verdura e legumi, diventando una vera leccornia, da gustare calda oppure tiepida.

Come preparare la scurdijata

Scegliete pane raffermo di 2-3 giorni in modo che non assorba troppo olio durante la cottura. Tra le verdure avanzate, in questo caso le cime di rape, noi abbiamo scelto le rape, ma vanno bene anche la cicoria (con cui si prepara anche un'altra ricetta pugliese, la fava menava) e i cavoli

Come preparare la zuppa salentina, la scurdijata

Scaldate l'olio in una casseruola, facendovi rosolare l'aglio sbucciato, unite i pezzi di pane raffermo e fateli soffriggere da tutti i lati finché diventano dorati.

Aggiungete i piselli, cioè l'avanzo della pignata, con il loro liquido di cottura, mescolate e fate insaporire.

Aggiungete infine le cime di rapa cotte e amalgamate il tutto. Mettete il coperchio in modo che si formi un po' di vapore per ammorbidire il pane fritto.

Servite, regolando di sale e cospargendo con il peperoncino.

agosto 2024
Ricetta di Manuela Santoro, proprietaria dell'home restaurant Casa ta Nnetta di Ruffano (Le), foto e video di Alberto Rinonapoli

Abbina il tuo piatto a

Aggiornamento disponibile!
Fai tap sul pulsante AGGIORNA per aggiornare la Web App.

AGGIORNA ANNULLA

Installa la Web App Le ricette di Sale&Pepe sul tuo iPhone.

Fai tap su Installa Web App e poi Installa Web App "Aggiungi a Home".

Sei offline, alcune risorse potrebbero non essere disponibili. Verifica la connessione.