Come cucinare le scaloppine al limone

scaloppine-limone
Sale&Pepe

Le scaloppine sono fettine sottili che possono essere ricavate da diverse parti del vitello. Il taglio più indicato, anche se piuttosto pregiato e costoso, è il magatello o girello. Vanno bene anche i tagli della coscia, come la fesa e la noce, oppure i tagli della spalla come il fesone di spalla e la spalla. Se, invece, vuoi ottenere scaloppine più economiche, puoi scegliere tra il filetto o la fesa di tacchino e la lonza di maiale. Le trovi, già affettate, nelle vaschette in vendita al supermercato nel banco frigo, o dal macellaio che te le può tagliare al momento. 

Aromatizzate al limone, le scaloppine danno vita a un secondo piatto classico, semplice e veloce da realizzare ma anche raffinato. Sale&Pepe ti suggerisce i modi migliori per realizzare delle ottime scaloppine al limone.

Come preparare delle scaloppine morbide

Il segreto delle scaloppine morbide è tutto qui: rosola le fettine velocemente facendo attenzione a girarle con due palette, per non pungerle e disperdere i succhi. Per salvaguardare la morbidezza della carne, fai attenzione anche allo spessore delle fettine: deve essere di 1/2 cm circa. Se sono più sottili, si asciugano troppo e s'induriscono, se sono più spesse rischiano di diventare stoppose.
Per non farle arricciare, incidi i bordi delle fettine con alcuni tagli poco profondi (così restano tese) ed elimina le parti nervose che durante la cottura si restringono, "tirando" le fibre.

Variante di scaloppine al limone

Condividi


  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it