Come cucinare il riso in bianco

riso bianco
Sale&Pepe

Il riso è un cereale antico che si consuma in tutto il mondo. Ha un alto valore nutritivo, per questo è così diffuso. I bianchi chicchi del riso, alla base di piatti semplici come di ottime pietanze, si ricavano da una pianta (Oryza sativa) della famiglia delle Graminacee, che cresce bene nei terreni acquosi (da qui le risaie, permanentemente sommerse da uno strato di acqua).

Il riso è privo di glutine e ideale nelle diete dei celiaci. Quando lo stomaco è sottosopra, dopo eccessi alimentari o anche solo per gustarsi un primo leggero, è consigliato un buon riso in bianco. Cucinarlo è molto facile: basta scaldare dell'acqua in una pentola, quando è a ebollizione salala e quindi butta il riso. Segui i tempi di cottura indicati nella confenzione del riso. A fine cottura puoi scolare il riso o, se non è eccessivo, mantenere il liquido cremoso che si è formato. Aggiungi burro a tocchetti e parmigiano grattugiato. 

Se vuoi togliere il sottilissimo strato "farinoso" che copre i chicchi di riso, lavalo tenendolo in uno scolapasta e asciugalo con carta assorbente da cucina.

Il riso nella cucina orientale

L'antico detto popolare cinese "mangia il tuo riso, al resto ci pensa il cielo" illustra l'importanza anche culturale di questo cereale alla base delle cucine orientali.

Scopri le tecniche per cucinare il riso in bianco

Ricetta: quando il riso in bianco diventa raffinato

Condividi


  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it