Le composte di frutta con il camembert

  • 45 minuti PT45M
  • FACILE
  • kcal 425
  • recensioni
composte-di-frutta-con-il-camembert ricetta
Sale&Pepe

Ingredienti per 2 persone

CREA LISTA DELLA SPESA

Preparazione delle composte di frutta con il camembert

402151) Per preparare la ricetta delle composte di frutta con il camembert comincia dai mirtilli, quindi lavali accuratamente, asciugali e mettili in una padella con 25 g di zucchero, ½ bicchiere di acqua, metà del succo di limone e un cucchiaio di gelatina di ribes o di mirtilli. Dopodiché fai cuocere a fuoco basso per 15 minuti o finché il liquido sarà completamente evaporato, poi spegni e lascia raffreddare.

2) Intanto sbuccia la pera Kaiser e tagliala in 4 spicchi eliminando il torsolo, poi riducila in dadini. Dopodiché porta a ebollizione un pentolino con la vaniglia incisa per il lungo, ½ bicchiere d’acqua, lo zucchero e il succo di limone rimasti, poi aggiungi le pere e mescola bene. Prosegui la cottura per almeno 10 minuti, spegni il fuoco e lascia raffreddare.

3) Nel frattempo elimina la calotta superiore del camembert con l’ausilio di un coltellino, poi passalo nel forno preriscaldato a 180° e fai cuocere finché il formaggio sarà ben fuso. Infine sforna e servilo subito con le composte di frutta e le focaccine.

Composte di frutta con il camembert: la storia del camembert

Tra i tanti formaggi che si possono accompagnare alle composte di frutta, il camembert è indubbiamente uno dei migliori. Si tratta, infatti, di uno dei formaggi francesi più famosi e apprezzati a livello mondiale. La sua origine sembrerebbe risalire al XVII secolo, in quanto le cronache del tempo riferiscono di un formaggio, molto simile a quello attualmente in commercio, che veniva prodotto a Camembert, un piccolo paese della Bassa Normandia. Pare inoltre che il nome vada attribuito a Napoleone III che, durante la sua visita in Normandia per l’inaugurazione di una ferrovia, rimase particolarmente colpito dalla squisitezza del camembert, tanto da dargli il nome del paese in cui veniva prodotto. L’ideazione e realizzazione della caratteristica scatola di legno di pioppo in cui questo formaggio viene generalmente venduto al fine di preservane le qualità, risale invece al 1890.

Condividi la ricetta



Abbina il tuo piatto a


  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it