Detersivi fai da te. Costano meno puliscono meglio

Detersivi fai da te. Costano meno puliscono meglio

Pulizie perfette miscelando aceto, sale, alcol per liquori. Sono economici, facili da usare e rispettano l’ambiente

Pinterest
stampa
House cleaning
Sale&Pepe

Con aceto, limone, bicarbonato di sodio, sale, alcol per liquori e altri prodotti naturali potrete ottenere molto facilmente detersivi super efficaci e molto più economici di quelli tradizionali. E soprattutto eviterete di inquinare l'ambiente con sostanze chimiche tossiche e pericolose. Ecco come prepararli e utilizzarli.

Pavimenti in legno. Miscelate una tazza di succo di limone o aceto bianco con un litro e mezzo di acqua tiepida, 1 cucchiaio di sapone liquido (tipo Marsiglia - non usate detersivo per piatti, troppo schiumogeno) e mezzo cucchiaino di olio di oliva. Se usate succo di limone (che dà una fragranza migliore) il prodotto ottenuto va usato in giornata, se usate aceto può essere conservato per 10 g circa in un barattolo chiuso. Se volete profumare l'ambiente aggiungete qualche goccia di Tea-tree oil (in farmacia) che ha tra l'altro un forte potere antisettico.

Pavimenti in ceramica o materiali simili. Usate una miscela di acqua e alcol (mezza tazzina in un litro e mezzo d'acqua). Non utilizzate l'alcol rosa che è inquinante; preferite quello alimentare, che si usa per i liquori, sui 90°. È reperibile al supermercato.

Superfici in marmo e pietre naturali non trattati. Bene l'acqua con sapone liquido, ma non utilizzate mai sostanze acide come il limone o l'aceto.

Vetri/specchi. L'aceto bianco è la soluzione migliore. Meglio usarlo puro ma se l'odore vi dà fastidio potete diluirlo leggermente con acqua demineralizzata o comunque povera di calcare. A questo scopo vanno bene l'acqua piovana (se vivete in un luogo non inquinato) e l'acqua di recupero di deumidificatori, condizionatori, asciugatrici (se filtrata e pulita); va bene l'acqua del rubinetto precedentemente bollita per una quindicina di minuti (con l'ebollizione il calcare precipita e tende a depositarsi sul fondo della pentola).

Lavatrici/lavapiatti. Una volta al mese azionate l'elettrodomestico senza carico alla massima temperatura inserendo al posto del detersivo aceto bianco. Nel caso della lavapiatti spargete anche una manciata di sale grosso.

Muffa. Per rimuoverla è molto utile l'acqua ossigenata. In generale è un'ottima alternativa alla candeggina, perché ha potere sbiancante e disinfettante, ma a differenza di quest'ultima non è inquinante. In commercio l'acqua ossigenata esiste in varie concentrazioni: da quella a 10 volumi (che si usa per disinfettare piccole ferite ma non è utile per la pulizia della casa), a 12, 34, 111 e perfino a 154 volumi. Si acquista nei negozi di ferramenta o pulizia professionale. Quella a 34 volumi si può usare pura contro la muffa, oppure diluita in 3 parti d'acqua per pulire cucina e sanitari o per rimuovere macchie dai tessuti, trasferendo la soluzione in uno spruzzino. Proteggetevi con i guanti ed evitate di respirarne i vapori.

Piastre e pietre ollari da barbecue. Cospargete la piastra di sale grosso, poi scaldatela. Quando è rovente, strofinate il sale con uno straccio praticando una sorta di peeling, in modo da assorbire e rimuovere il grasso e lo sporco. Ora la piastra è pronta per ricevere gli alimenti. Se cuocete su un fuoco a legna, non utilizzate la cenere che contiene il sale per concimare le piante.

Barbara Galli
8 gennaio 2016

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it