Björk, quando la cucina parla svedese

Björk, quando la cucina parla svedese

Da oggi, venerdì 7 novembre, apre nel centro di Milano la brasserie dove mangiare (e bere) specialità scandinave

Pinterest
stampa
Bjork1
Bjork4
Bjork5
bjork12
Bjork6
bjork11
Bjork2
bjork10

Morbidi bocconcini di pescato del giorno, appena scottati in un brodo leggero di pesce e verdure, deliziosamente ammorbidito da un velo di panna: è la Fisksoppa, la zuppa di pesce, una delle proposte della nuova brasserie svedese nel capoluogo lombardo, naturale evoluzione di quello che fino a ieri era un emporio gourmand di specialità scandinave. 

La zuppa è veramente buona: calda, confortante, semplice e moderna al tempo stesso. Quasi un emblema del locale che interpreta con disinvoltura quel mix di gusto e praticità, socialità e agio, che sembrano essere la cifra della cultura svedese nel mondo. 

I tavolini raccolti oltre la vetrina luminosa, affacciata sul multietnico  quartiere dietro Porta Venezia, anticipano un secondo ambiente: protagonista un ampio bancone circondato da alti sgabelli. Qui si muovono gli chef  Mattias Sjöblom e Julien Chiudinelli, già abili traduttori della gastronomia svedese nella sede di Bjork ad Aosta; a loro oggi si unisce la giovane Rebecca Varjomaa. 

Rispetto delle materie prime, cotture lente a bassa temperatura, affumicature e marinature delicate sono alla base delle menu del locale, che prevede, oltre alle zuppe, sapori della cucina svedese già ben noti ai nostri palati, come il gravad lax, le aringhe marinate, il salmone, il baccalà e le polpette, anche ingredienti più curiosi, come il filetto di alce. 

Accompagnano i piatti le birre del nord, gli snaps, bicchierini di distìllato aromatico, il sidro e anche i vini: le etichette scandinave e le bottiglie prodotte nella fattoria toscana nelle terre del Chianti Classico imbottigliato e selezionato per Björk.

La Swedish brasserie & side store (via Panfilo Castaldi 20, Milano, tel. 02.49457424, prenotazionemilano@bjork.it) apre al lunch, all’aperitivo e alla cena. Accanto al menu alla carta propone una gustosa selezione di Smörrebröd, le  comuni e gustose tapas nordiche, fette di pane imburrate e arricchite con gli ingredienti della tradizione scandinava (formaggio, pesce affumicato, affettati), un banco gastronomia ricco, scaffali colmi di prelibatezze gourmand da portare a casa e una selezione di piccoli oggetti che riflettono lo stile nordico. 

L'idea di portare in Italia il cibo svedese di qualità nasce dall’incontro di Giuliana Rosset, appassionata imprenditrice e creatrice del marchio sportswear Napapijri e Nicola Quadri, architetto sensibile allo stile nordico. Prima ad Aosta, ora a Milano. 

Così saremo sempre di più ad assaggiare e - ne sono certa - ad apprezzare i sapori del Nord. 

Livia Fagetti
7 novembre 2014



Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it