In bici a caccia di botteghe d’altri tempi

In bici a caccia di botteghe d'altri tempi

SanPellegrino organizza tour su due ruote in giro per le città italiane a scoprire macellerie, forni, pasticcerie e vecchi empori, immutati custodi della qualità Made in Italy

Pinterest
stampa
Salvatore Pollara-IncontraMi-(web) (76)
Sale&Pepe

Aprono ogni mattina, puntuali da oltre un secolo. E mentre sollevano la saracinesca e cancellano un impercettibile alone sulla vetrina del negozio, osservano la città trasformarsi davanti ai loro sguardi immutati. Sono i negozianti delle nostre città: coloro che da generazioni custodiscono tradizioni artigianali e gastronomiche in botteghe antiche, fortunatamente - e meritatamente! - sopravvissute ai mutamenti culturali ed economici.

E mentre spariscono marciapiedi, nuovi e avveniristici edifici svettano improvvisamente verso cieli annebbiati e i passanti affrettano il passo ogni giorno di più, queste insegne restano punto di riferimento immobile negli anni, a documentare con tutto il loro carico di storia e nostalgia, un modo antico di preparare e proporre cibi e manufatti. Sono pasticcerie, forni, macellerie, bar e ristoranti, ma anche sartorie, ferramenta e gioiellerie.

Riscoprire queste botteghe significa ritrovare un mondo di profumi e sapori dimenticati, riscoprire atmosfere d'altri tempi fatte di intima cortesia, di fruscii di carta e scricchiolii di vecchi pavimenti. E significa valorizzare l'eccellenza della cultura artigianale italiana.

Questa l'idea di SanPellegrino che organizza simpatici tour in bicicletta nelle città italiane: prima tappa Palermo sabato scorso, capitale della gastronomia su strada. La pedalata ha portato davanti all’antica Pasticceria Bristol, tempio di leccornie dolci e salate della tradizione siciliana e all’Antica Gelateria Ilardo, ma anche alla bottega Pustorino, che nel 1885 iniziò a vendere cravatte e cappelli ai turisti anglosassoni che popolavano numerosi la città del Gattopardo.

Domani 7 giugno è la volta di Milano. Il percorso toccherà 20 botteghe da Palazzo Atellani, dove fu inventata la ricetta del Panettone, alla Legatoria Conti Borbone, fondata nel 1873 proprio davanti alla Biblioteca Ambrosiana, dalla Pasticceria Cucchi, gestita dalla terza generazione della famiglia Cucchi, alla Drogheria Grossi in corso Magenta da inizio del 1900. 

Il ritrovo finale è al Museo Diocesano dove è previsto un picnic con degustazioni di finger food e bibite SanPellegrino alla presenza dell'attrice Cristiana Capotondi. Il tour Incontri proseguirà a Bologna il 14 giugno e a Roma il 21 giugno. Per partecipare e scoprire orario e luogo di ritrovo bisogna iscriversi sul sito incontritour.com. Chi vuole potrà con riunirsi al gruppo per il picnic finale, che sarà allo Chalet dei Giardini Margherita in viale Massimo Meliconi a Bologna e alla Casina Valadier in piazza Bucarest all’interno di Villa Borghese a Roma.

Un'occasione speciale per guardare le nostre città con occhi antichi e, per chi vuole, anche interpretarle con i più attuali strumenti di condivisione (#incontritour).

Livia Fagetti
6 giugno 2014
©fotopollara

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it