Come pulire la zucca in poche mosse

Come pulire la zucca in poche mosse

La zucca è protagonista delle tavole invernali ma sbucciarla e pulirla può essere difficile. Ecco come ottenere un risultato perfetto.

Pinterest
stampa
zucca a fette
Sale&Pepe

Originaria delle Americhe, la zucca è uno degli ingredienti più gettonati nel periodo autunnale e invernale, vera protagonista di tante ricette dolci e salate.
Può avere dimensioni, forma e colore molto diversi a seconda delle varietà, e le più utilizzate in cucina spesso sono così grandi da avere un peso e un ingombro che complicano un po’ pulizia e preparazione. Per fortuna ci sono anche zucche di piccole dimensioni dalla scorza sottile che può essere facilmente eliminata con un pelapatate. Inoltre, di solito, la polpa è compatta e priva di semi e filamenti. Quando se ne ha di notevoli dimensioni, con la scorza dura e bitorzoluta, pulirla ed eliminare la buccia può essere più complesso. Basta però seguire alcuni piccoli accorgimenti per rendere sbucciare e pulire la zucca un'operazione semplice e veloce.

Lavare bene la zucca
È fondamentale pulire accuratamente la zucca sotto acqua corrente, strofinando bene con uno spazzolino nel caso ci siano residui di terra e asciugarla con un panno asciutto.

La lama giusta
Al momento del taglio, mettere la zucca sul tagliere e con un coltello affilato a lama lunga tagliarla a metà; se è molto grande, meglio incidere la scorza facendo scorrere il coltello lungo tutto il diametro fino ad aprirla a metà.

179201

Via i semi!
Con un apposito scavino o un cucchiaio si riesce a scavare la zucca e rimuovere tutti i semi e i filamenti.
Vietato però buttare i semi grandi e pieni che, oltre a essere una miniera di sali minerali e acidi grassi come l’acido oleico e linoleico, sono anche ricchi di vitamina E e B. Una volta lavati ed eliminati tutti i filamenti, posso essere tostati: basta cuocerli in forno a 200° fino a quando saranno dorati, disposti su una teglia foderata con carta da forno bagnata e strizzata. Un’aggiunta di sale li rende un perfetto snack per l’aperitivo.

Tutto a pezzi: precisione e attenzione
Meglio tagliare la zucca in quarti e poi in ottavi: più piccoli sono i pezzi, più facile sarà eliminare la scorza. Prima di iniziare, conviene raschiare la superficie interna per eliminare eventuali residui di filamenti e munirsi di un coltello più piccolo, a lama liscia e ben affilata, che possa essere maneggiato senza correre il rischio di tagliarsi. La lama va infilata tra la polpa e la buccia, facendola scorrere per staccare la buccia dalla polpa. Questa operazione può essere fatta tenendo sul tagliere il pezzo di zucca e, tenendolo ben fermo con una mano, incidetendolo con l’altra mano per eliminare la scorza. A questo punto la zucca è pronta per essere cotta, facendo attenzione a scegliere il formato più adatto alla pietanza da preparare.

Ogni ricetta, la zucca giusta
Per condire la pasta o il risotto meglio tagliarla a cubetti di circa 1 cm di lato; se va lessata o usata nella minestra preferibili i cubetti un po’ più grossi, per evitare che durante la cottura si disfino. Gli spicchi sono il formato giusto per il forno, a 160° ci vorranno circa 30-35 minuti di cottura.
Un trucco quando va aggiunta ad altre verdure è di passarla prima qualche minuto in forno a 180° per asciugarla per evitare che durante la cottura rilasci troppa acqua.
La zucca intera si mantiene fino a 2-3 mesi. Tagliata a pezzi si conserva in frigo al massimo per 2-3 giorni. Volendo farne scorta per averla a disposizione tutto l’anno, si può cuocere la polpa al forno o a vapore, frullarla e congelarla in vaschette monouso ben sigillate.

“Sbucciare” la zucca con il forno? Si può!
Un altro sistema per pelare la zucca velocemente è la cottura in forno. Tagliare la zucca a fette non troppo spesse e poi trasferirle sulla placca foderata con carta da forno bagnata e strizzata, cuocendola a 180° per una decina di minuti. Una volta tiepida, la buccia andrà via facilmente con un coltello affilato.

179204

Non solo in cucina….
Oltre alla zucca intagliata che compare ormai dovunque nei giorni che precedono la festa di Halloween, la zucca si presta a diventare degli originali oggetti per impreziosire la tavola. Se è di grandi dimensioni, può diventare uno scenografico contenitore per portare in tavola un risotto o la pasta condita con la polpa. Basta tracciare sulla scorza una sottile linea orizzontale con un pennarello: seguendola, tagliare la calotta superiore della zucca con il coltello a circa 2/3 dell’altezza totale. Dopo aver pulito l’interno da semi e filamenti e tolto tutta la polpa con uno scavino, la zucca è pronta per il servizio. Quelle più piccole invece possono essere utilizzate come ciotoline o originali piatti fondi.

179207La zucca è perfetta anche da trasformare in centrotavola. Dopo averla lavata e asciugata è sufficiente incidere con un coltello un cerchio di 16 cm di diametro attorno al picciolo, eliminare la calottina e scavare un largo cilindro nella zucca, eliminando polpa, semi e filamenti. Basta poi sistemare al centro una spugna per fioristi imbibita d’acqua e inserire rami e fiori secchi di vari colori e altezze, seguendo la propria fantasia, accorciandoli con le forbici.
Per creare simpatici segnaposto è sufficiente sceglier piccole zucchette ornamentali di dimensioni simili ma di forme e colori diversi, senza difetti. Lucidate e impreziosite da un bigliettino con il nome dell’ospite renderanno la tavola davvero originale.

Silvia Tatozzi
7 novembre 2016
aggiornato a novembre 2019 da Claudia Minnella

SCOPRI I CORSI DI CUCINA DI SALE&PEPE

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it