La zuppa fredda di barbabietole della Lituania

La zuppa fredda di barbabietole della Lituania

Pinterest
stampa
zuppa barbabietola
Sale&Pepe

Il suo nome per noi è uno scioglilingua: Šaltibarščiai. A sciogliersi saranno in realtà le vostre papille gustative, quando assaggerete questa famosa zuppa fredda di barbabietole che viene dalla Lituania.

Carlo Petrini, il fondatore di Slow Food, l'ha definita "La zuppa fredda più estetica la mondo” e i lituani ne vanno assolutamente orgogliosi. Il suo look rosa intenso e brillante le apporta infatti un innegabile gusto visivo.

La preparazione è davvero facile, ed è un piatto perfetto per l'estate, fresco e sano.

Piace a tutti, anche a chi non ama la barbabietola, bambini compresi: provare per credere! In Lituania è così popolare da essere una scelta praticamente quotidiana nelle giornate più calde.


INGREDIENTI (per tre porzioni)

400 gr di barbabietole (vanno benissimo quelle già cotte che si trovano confezionate nei negozi)

1 l di kefir (questo latte fermentato, oramai facilmente reperibile anche in Italia, può essere sostituito da yogurt, preferibilmente quello greco – più grasso e denso - mescolato con altro yogurt più acido).

300 g di cetrioli

3 uova sode (di solito si conta un uovo a porzione)

20 gr di aneto

50 gr di cipollotti freschi

1 limone (o dell'aceto)

sale&pepe

4 ravanelli (facoltativo)

1 kg patate (da servire a parte in accompagnamento)


101863PREPARAZIONE
Grattuggiare le barbabietole cotte con una grattugia a fori grandi. Grattugiare o tagliare a pezzettini i cetrioli. Far rassodare le uova e tritarne la metà o i tre quarti, mettendo da parte per la decorazione le uova rimaste.

Affettare finemente i cipollotti (anche la parte verde) e i ravanelli. Mescolare tutti gli ingredienti, tranne le uova messe da parte, aggiungere il kefir e mescolare ancora.

Regolare di sale, pepe e, se necessario, di limone o aceto. Lasciare raffreddare per circa mezz'ora in frigorifero, decorare con le uova sode rimaste tagliate a spicchi e l'aneto tritato. Servire la zuppa accompagnandola con le patate calde, bollite o arrostite.

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it