Pesche: perché fanno bene?

Pesche: perché fanno bene?

Le pesche hanno proprietà depurative e digestive, prevengono e aiutano in varie patologie dalla candida all’anemia, e poi sono alleate della bellezza e del peso forma

Pinterest
stampa
pesche
Sale&Pepe

Sono uno dei sapori dell’estate, il frutto della bella stagione e delle vacanze, del mare dove sciacquarle nell’acqua salata, del fresco riposo. Solo un piacere, o anche cibo della salute? La risposta è la numero due: le pesche sono un regalo di benessere.

Sono ricche di acqua e di fibre e custodiscono un assortimento notevole di minerali – in primis il potassio - e vitamine, specialmente la C e la A. Quest’ultima è preziosa soprattutto per la salute della pelle, e chi mangia pesche può star certo di dare un tocco di colorito e bellezza alla propria carnagione. E poi – come non amarle per questo! – sono impacchettate di antiossidanti di varia natura e genere, tutti pronti ad aiutarci a prevenire le patologie e l’invecchiamento.

Vitamine e antiossidanti, inclusa la vitamina E e il selenio, aiutano anche a disintossicare il sistema corporeo. Le pesche aumentano il senso di sazietà, e quindi, grazie soprattutto alle fibre che contengono, sono ottime per chi ha l’obbiettivo di perdere peso.

Non per nulla da secoli sono molto apprezzate nella medicina popolare, sia occidentale che orientale e in particolare cinese, dato che  - può sorprendere noi Mediterranei – se c’è un Paese al mondo per le pesche, quello è proprio la Cina. Le proprietà sono depurative e digestive, e poi molte altre, che vanno dalla candida all’anemia. Diversi studi scientifici hanno persino esaminato le proprietà di prevenzione del cancro: uno studio di tre anni fa, clicca qui, ha rilevato che i polifenoli presenti in alcune pesche selezionate inibiscono la proliferazione di cellule tumorali nei tumori al seno. Infine, i benefici delle pesche sarebbero anche sulla psiche, e in particolare questi frutti aiuterebbero a ridurre lo stress.

Non disdegnate la buccia: sulla lingua la sensazione cambia molto a seconda delle varietà, e a volte risulta troppo dura e soprattutto un poco pelosa… Nella maggior parte dei casi, però, è buona al gusto e fa davvero bene: la maggior parte di fibre, per esempio, sono contenute proprio nella buccia, così come molte vitamine che – al pari di tanta altra frutta – sono nella sua pelle ma non necessariamente nella polpa. Un motivo in più per comprare pesche biologiche, e non rischiare di fare il pieno di vitamine&pesticidi.

Ultimo dettaglio, la pesca, cha fa parte della famiglia delle rose, nella mitologia cinese è simbolo di longevità: gli Immortali si nutrivano di questo frutto, associato infatti al Dio della longevità e della salute…

Carola Traverso Saibante
giugno 2017


Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it