La dieta dei “buoni propositi” per iniziare bene l’anno

La dieta dei "buoni propositi" per iniziare bene l'anno

Dopo i bagordi delle feste avete voglia di leggerezza? Iniziare una dieta si può e con i giusti consigli (che non vi faranno abbandonare le buone intenzioni alla prima difficoltà) riuscirete a seguirla stando bene e senza avere fame!

Pinterest
stampa
healthy food
Sale&Pepe

I giorni di festa sono stati di riposo, ricchi di momenti piacevoli trascorsi attorno a un tavolo ma vi hanno lasciato qualche chilo in più e una spiacevole sensazione di pesantezza? Tranquilli, non siete i soli a fare i conti con gli eccessi natalizi e a pensare che sia il momento giusto per iniziare una dieta. L’errore che si commette più di frequente, però, è iniziare l’anno con tanti buoni propositi alimentari, correndo ai ripari con diete improvvisate spesso basate sull’eliminazione totale di alcuni alimenti o seguendo regimi alimentari non adatti alle nostre esigenze. Il rischio di abbandonare dieta e buone intenzioni è molto alto, ma riuscire nella “missione dieta” non è impossibile: abbiamo parlato con Nina Gigante, Qualified Holistic Nutritionist e studiosa di Medicine Orientali (ayurveda, macrobiotica, Medicina Cinese) che ci ha dato alcuni utilissimi consigli per una “dieta dei buoni propositi” a lunga resistenza!

Cosa fare se dopo le abbuffate natalizie vogliamo tornare a uno stile alimentare più corretto? Come iniziare e quali sono i consigli per una dieta detox? Se dopo le feste ci sentiamo appesantiti o gonfi è forse il momento di cambiare qualcosa nella nostra alimentazione, soprattutto se abbiamo esagerato con i brindisi o se pranzi e cene sono stati molto ricchi. Prima ancora di individuare la nuova alimentazione da seguire, però, è utile - anzi direi necessario per la buona riuscita della dieta - chiedersi “che tipo di persona a dieta sono?” e darsi una risposta onesta. Esistono infatti le persone che per seguire una dieta preferiscono eliminare totalmente alcune tipologie di alimenti dall’oggi al domani. In altre invece la classica affermazione “da lunedì sono o a dieta” scatena una reazione opposta, diventa un alibi per un’ultima abbuffata o per un ulteriore peccato di gola. Dobbiamo riconoscere quindi che non ci sono diete universali, valide per tutti, ma esistono strategie che possiamo applicare e ci aiuteranno a seguire un regime alimentare più bilanciato. In particolare, dopo le vacanze natalizie, consiglio di individuare in che cosa abbiamo esagerato, qual è stato il nostro “tallone d’Achille” e ridurne l’apporto, senza eliminarlo del tutto. Se abbiamo mangiato troppi carboidrati possiamo per esempio decidere di mangiare il pane una volta ogni tre giorni; naturalmente i cibi troppo ricchi di grassi saturi, come i dolci, o le bibite gasate e zuccherate, così come le bevande alcoliche, andrebbero evitati del tutto per lo meno in una prima fase di disintossicazione.

Quanto può o dovrebbe durare una dieta? Le diete troppo drastiche a eliminazione totale non riescono a essere mantenute a lungo, raramente si arriva alle 5 settimane. Prima di iniziare qualsiasi dieta, che in ogni caso consiglio sempre di affrontare seguiti da uno specialista, è possibile pensare a una prima fase di detox totale, esclusivamente con cibi liquidi, ma solo se lo stato di salute lo consente e in ogni caso mai per più di 3-5 giorni perché chiederemmo al nostro corpo di fare un lavoro per lui innaturale. Ricordiamo, infatti, che per convenzione spesso iniziamo le diete a Gennaio, facendo coincidere la dieta con l’inizio del nuovo anno ma se seguissimo i cicli naturali, il momento migliore per la dieta è la primavera, stagione di rinascita e rinnovamento in cui fa meno freddo e il corpo è più predisposto ad alleggerirsi. Quindi, per rispettare i cicli naturali, non elimino del tutto gli alimenti ma ne riduco le quantità.

Ci sono degli alimenti da prediligere per iniziare meglio una dieta o un processo di depurazione? Ci sono degli alimenti che possono aiutare il corpo nel processo di depurazione che impegna molto il fegato. Tra questi in primo luogo il limone, un frutto davvero miracoloso, facilmente reperibile e particolarmente efficace come depuratore. Usato come condimento, in succo e in zest (ricco di oli essenziali e di vitamine), oltre a essere poco calorico aiuta ad assorbire il ferro, purifica il fegato e aiuta a smaltire le tossine. Attenzione però all’abitudine molto diffusa di bere al mattino il succo di limone con un bicchiere d’acqua tiepida: è vero che fa bene, ma attacca lo smalto dei denti e quindi in caso di problemi dentali va evitato. Altro super alimento è il prezzemolo, da mangiare crudo, che è ricco di vitamina C e aiuta la pelle a mantenere la produzione di collagene. Infine il riso integrale o semintegrale è un altro prezioso alleato durante la dieta sia per le sue proprietà intrinseche (è molto ricco in vitamina B) che per le virtù che gli attribuisce la medicina orientale secondo cui è un alimento un po’ magico: in sé racchiude tutto, è di buon auspicio per l’anno nuovo, aiuta a essere centrati ad allineare il benessere del corpo e quello della mente.

Esistono dei trucchi, o dei consigli da seguire, per evitare di abbandonare subito la dieta? Le diete non dovrebbero mai essere totalmente privative, anche seguendo un regime controllato dobbiamo avere comunque la sensazione di nutrirci e di coccolare il nostro corpo grazie al cibo, altrimenti scapperemo a gambe levate dalla dieta! Cerchiamodi non essere giudici troppo severi con noi stessi, impariamo ad accettare le piccole debolezze che ci rendono umani. Non riusciamo a rinunciare a un quadratino di cioccolata fondente? Non rendiamolo un peso eccessivo, ma cerchiamo di bilanciare con scelte alimentari sane. Iniziamo la giornata con una colazione abbondante, che ci dia la carica giusta per affrontare gli sforzi previsti, e concediamoci se necessario degli spuntini sani con frutta essiccata (albicocche o prugne), noci e nocciole che contengono grassi buoni e rallentano l’assorbimento degli zuccheri. Prediligiamo le vellutate di verdure, poco caloriche e ricche di vitamine e nutrienti, ci riscaldano e sono una coccola. Scegliamo i cereali in chicco che vanno masticati a lungo e danno un senso di sazietà. Molto importante: non dimentichiamo le proteine! Che siano di origine animale o vegetale, devono sempre essere presenti in una dieta equilibrata. Aiutano infatti a restare sazi più a lungo e sostengono i nostri muscoli. Sapete inoltre che chi ha tanta voglia di dolci spesso ha non ha un corretto apporto proteico e inconsciamente cerca negli alimenti zuccherini una compensazione per questa carenza? Quindi non dimentichiamo di inserire nell’alimentazione quotidiana carne, pesce, uova, legumi. Infine, non dimentichiamo di bere ma senza forzarci a farlo perché non vogliamo affaticare i reni. Se abbiamo un’alimentazione vegetale, in cui sono presenti vellutate, insalate e verdure cotte e crude, sarà sufficiente bere 5 bicchieri d’acqua al giorno, integrando magari con tisane calde, più piacevoli da bere durante la stagione fredda.

Claudia Minnella
Gennaio 2018

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it