Ghiaccio: il vademecum per produrlo a casa senza rischi

Ghiaccio: il vademecum per produrlo a casa senza rischi

In vista dell’estate arriva il primo manuale dedicato all’uso corretto del ghiaccio. Ecco le regole d’oro per produrlo in casa senza rischi

Pinterest
stampa
ghiaccio
Sale&Pepe

Sono tanti i germi che possono annidarsi in un cubetto di ghiaccio, con danni seri per l’organismo. L’allarme viene dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha inserito il ghiaccio tra gli alimenti ad alto rischio di contaminazione. A fare chiarezza e dare delle linee guida sull’uso e la produzione del ghiaccio arriva il primo manuale sul “Ghiaccio Sicuro” firmato dall’Istituto Nazionale del Ghiaccio Alimentare (Inga), appena approvato dal Ministero della Salute.

Si tratta del primo documento nel suo genere, a conferma, una volta tanto, dell'attenzione dedicata dall'Italia al tema della sicurezza alimentare.

Il vademecum è dedicato sia alla produzione industriale del ghiaccio confezionato sia a quello prodotto nel freezer di casa, che, insospettabilmente può trasformarsi in una pericolosa incubatrice di microbi.

Ecco le 10 regole per produrre il ghiaccio in casa in modo sicuro:

1 Tenere sempre pulito il vano del freezer: eventuali residui di cibo o il ghiaccio che si forma sulle pareti rischia di sfarinarsi e cadere sulle vaschette portaghiaccio 

2 Pulire le vaschette portaghiaccio con il detersivo per piatti a ogni nuovo utilizzo

3 Refrigerare rapidamente l’acqua contenuta nelle vaschette a -18°

4 Evitare le contaminazioni da parte di altri alimenti contenuti nel congelatore coprendo le vaschette con un foglio di alluminio o, nel caso si utilizzino i sacchetti appositi, riponendoli tutti in un unico contenitore

5 Conservare ad almeno -10° per evitare liquefazioni e sviluppi microbici dovuti a ricongelamenti

6 Non superare le 4-6 settimane di conservazione dalla data della preparazione

7 Utilizzare in una sola volta tutto il ghiaccio conservato nella vaschetta (ed eventualmente buttare quello avanzato)

8 Prima dell’utilizzo porre per pochi istanti le vaschette a contatto con acqua caldo per facilitarne l’estrazione

9 Non utilizzare le mani ma munirsi di pinze o cucchiai puliti per trasferire i cubetti nei bicchieri o nel tritaghiaccio

10 Se si utilizza la macchina per tritare il ghiaccio, tenerla sempre pulita.

Nel caso di frigoriferi provvisti dell’apposito preparatore automatico del ghiaccio è fondamentale seguire scrupolosamente le procedure di manutenzione dell’apparecchio.

Quello del ghiaccio è un mercato in grande espansione. In Italia si consumano oltre 170mila tonnellate di ghiaccio all'anno ad opera di bar e ristoranti e oltre il 60% del consumo avviene tra i mesi di giugno e settembre. A maggior ragione questo manuale risulta prezioso per permettere di produrlo in totale sicurezza, a livello industriale così come tra le mura domestiche.

Il manuale "Ghiaccio Sicuro" è consultabile online sul portale dell’Inga (clicca qui).

Silvia Tatozzi
20 aprile 2016

Photo Credit: Zetazone/Flickr

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it