Cibo: le eco-label cresceranno del 66 per cento in 15 anni

Cibo: le eco-label cresceranno del 66 per cento in 15 anni

Una ricerca danese celebra le cosiddette eco-label, profetizzandone una crescita galoppante nei prossimi anni. Perché è la certificazione ambientale e di qualità a differenziare.

Pinterest
stampa
Food_packages
Sale&Pepe

Chi opera nel settore alimentare mira alla qualità, certamente, o quantomeno a un buon rapporto qualità/prezzo. Ma ormai non basta più e la gente quando fa la spesa è guidata, molto più di quanto si creda, dall’aspetto psicologico e suggestivo. Motivo per cui tutto ciò che si mangia e passa per sano, ecologico, naturale, biologico e una serie di altre paroline magiche, ha i requisiti per dominare il mercato.

Tasso di crescita
Un balzo in avanti impressionante, grazie alla garanzia di rispetto dell’ambiente che regala il bollino ecolabel e anche alla suggestione psicologica: sono le etichette ecologiche certificate, che stanno aumentando progressivamente. Lo dice una ricerca danese che specifica come i brand che investono sulla produzione sostenibile del cibo, dalla tecniche di produzione al packaging, vengono premiati dal mercato e continuano a crescere a ritmo galoppante.

Valori ambientali
Il mercato delle ecolabel è infatti in pieno fermento e due danesi, Jakob Zeuthen e Lars Ludvigsen, che lavorano per l’azienda di comunicazione PR Partner, hanno passato un anno a studiarlo. Dopo aver intervistato 152 società danesi operanti in cinque settori differenti, i due studiosi danesi sono giunti alla conclusione che il numero di aziende con il bollino di certificazione ecologica sta galoppando ed entro il 2030 la crescita si attesterà intorno al 66 per cento. Significa che per differenziarsi, soprattutto i brand del cibo e delle bevande, fanno ormai appello alla loro condotta ambientale. I requisiti sono la produzione di "organic food", che in inglese ha lo stesso significato corrente del nostro "cibo biologico", ossia coltivato con metodi naturali senza ausilio di pesticidi o sostanze chimiche. E poi confezioni eco-friendly, prodotti il più possibile naturali ed ecologici e una serie di altri parametri eco-friendly.

Il marchio Ecolabel
L'Ecolabel UE (Regolamento CE n. 66/2010) è il marchio dell'Unione europea di qualità ecologica che premia i prodotti e i servizi migliori dal punto di vista ambientale, che possono così diversificarsi dai concorrenti presenti sul mercato, mantenendo comunque elevati standard prestazionali. Infatti, l'etichetta attesta che il prodotto o il servizio ha un ridotto impatto ambientale nel suo intero ciclo di vita. Il marchio Ecolabel UE, il cui logo è rappresentato da un fiore, è uno strumento volontario, selettivo e con diffusione a livello europeo.

Una nuova era
I numeri di crescita, nelle previsioni dei due ricercatori, sfiorano il 100 per cento negli anni. Stiamo infatti per entrare nell’era inconsapevole delle etichette, quando la gente comprerà guidata dalle etichette senza nemmeno farci caso consapevolmente. Quando i valori ambientali ed etici saranno talmente condivisi da guidare gli acquisti senza nemmeno che si veda.

Emanuela Di Pasqua,
17 ottobre 2016


photo credits: Wikipedia



Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it