Vuoi mangiare meno? Offriti un premio non alimentare

Vuoi mangiare meno? Offriti un premio non alimentare

Si chiama “effetto Happy Meal”, e consiste ad abbinare premi a porzioni più piccole e più sane.

Pinterest
stampa
happy meal effect
Sale&Pepe

Ci sono i cibi a calorie negative, quelli che più ne mangi, più dimagrisci. Ci sono i dolcificanti, che tra luoghi comuni e verità, possono dare una mano a chi si accinge a perder peso. Ci sono - ça va sans dire - le diete, dalle più classiche alle più esotiche (vedi dieta Tao). Diete che spesso "premiano" l'infelice quando stringe i denti per abbastanza tempo e conquista un "meno" sulla bilancia, e allora guadagna un piccolo bonus in alimenti proibiti e/o calorie extra da poter buttare eccezionalmente nel piatto. 

Il concetto di premio è ottimo, tendenzialmente, ma puà essere ben più divertente e creativo di così. Che dire se il premio per chi frena la forchetta fosse non alimentare? Funziona, e alla grande! L'idea è semplice: promettere a se stessi un regalo come ricompensa delle calorie in meno che si ingeriscono rispetto a quelle che per gola manderemmo giù. Ed è davvero una buona notizia: se pensiamo che un chilo di troppo significa due mesi di vita in meno, premiarci per mangiare un po' meno è davvero un doppio regalo!

160805La formula è quella dello “Happy Meal” - ossia abbinare al cibo a un regalo non alimentare, appunto. Per i bambini è molto comune - a volte troppo, soprattutto se il regalo viene abbinato non a un pasto sano e alle famose verdure, ma a un pasto fatto sostanzialmente di cibo-spazzatura. Ebbene, una ricerca statunitense di un paio d'anni fa aveva scoperto che l'Happy Meal funziona eccellentemente anche per gli adulti. Vale la pena di ricordarla.

Lo studio era stato condotto dalla Eller College of Management dell'università dell'Arizona, dove Martin Reimann e colleghi hanno indagato se e come gli adulti sono disposti a tagliare le porzioni in cambio di una ricompensa, anche modesta.

Lo studioso aveva già evidenziato che coi bambini funziona: in un esperimento pubblicato sul Journal of Experimental Psychology, ben il 78 percento dei bambini a cui veniva data l'opzione tra mangiare un sandwich intero, e mangiarne solo mezzo con un paio di auricolari in regalo, scegliesse la seconda.

160807I ricercatori hanno verificato come lo stesso meccanismo, detto proprio “effetto Happy Meal”, funzioni anche con gli adulti: in alcuni esperimenti alle persone veniva chiesto di mangiare porzioni più piccole e più sane di cibo in cambio di premi non necessariamente super-appetibili, come piccoli buoni-regalo o extra miglia per chi aderiva a un programma di fedeltà a una compagnia aerea. Se il premio poi diventava più consistente, l'impegno dei partecipanti era ancora maggiore: in un alto esperimento in cui al cibo era abbinato un biglietto della lotteria, più cresceva il montepremi, più si sceglieva un sandwich piccolo.

Ciò che più a stupito i ricercatori è il fatto che tali persone non compensassero poi mangiando di più nei giorni successivi agli esperimenti: l'effetto Happy Meal reggeva anche fuori dal laboratorio.

La teoria è che l'effetto Happy Meal funzioni grazie alla nostra chimica cerebrale, in particolare poiché certi neurotrasmettitori come la dopammina funzionano come “valuta” nel cervello, soppesando i vari tipi di ricompensa: porzione + grossa di cibo = + dopammina. Ma anche porzione piccola di cibo + ricompensa non alimentare = + dopammina. Con la stessa soddisfazione data da una porzione di cibo più grossa.

160803La versione casereccia fai-da-te potrebbe essere sostituire ai piccoli premi di pasto in pasto una grossa ricompensa finale a obbiettivo raggiunto. Che dire di quel vestito rosso, bellissimo e fuori budget, in cui finalmente entrerete? Non solo. Il premio non alimentare può essere persino "a tutto cibo": da vari anni ammirate la terrazza di quel ristorante stellato, sognando di andare a cena lì? Comprate un salvadanaio, e ogni volta che rinunciate al dessert o vi trattenete a pranzo, buttate dentro qualche monetina... risparmierete pericolose calorie inutili e vincerete un pasto da star! L'Happy Meal per adulti funziona, provare per credere!

Carola Traverso Saibante
Foto: Flickr/Konpeito_Ayeka_Blue
11 aprile 2016
aggiornato maggio 2018

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it