Il Chianti Classico compie 300 anni

Il Chianti Classico compie 300 anni

Quello autentico in etichetta mostra un inconfondibile Gallo Nero: il Chianti Classico compie 300 anni. Il 2016 sarà quindi un anno di eventi e celebrazioni. Qui parliamo della storia di uno dei vini più rinomati e amati del mondo

Pinterest
stampa
Chianti Classico panorama
Sale&Pepe

Il Chianti Classico, uno dei vini italiani più rinomati e amati del mondo, compie 300 anni e festeggia questa tappa storica fondamentale con una serie di iniziative piacevoli e interessanti sulle belle colline toscane.

La storia
Era il 1716 quando Cosimo III, Granduca di Toscana, stabilì nell’area compresa tra Firenze e Siena i confini della zona di produzione del Chianti, progenitore dell’attuale Chianti Classico.

116025Questo gradevolissimo vino rosso si guadagnò fama e prestigio nel corso dei decenni: la richiesta cresceva continuamente, rendendo necessario un ampliamento della zona di produzione. Il rischio era, tuttavia, di perdere l’individuazione del prodotto originale, per questo nel 1924 fu introdotto il simbolo del Gallo Nero, lo stesso che il Vasari aveva dipinto nella sua Allegoria del Chianti, sul soffitto del Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze.

Nel 1932 alle etichette di Chianti si aggiunge la denominazione di Classico, di cui possono fregiarsi solo i vini prodotti nel territorio delimitato originariamente dal Granduca.

Nel 1984 viene dato un altro riconoscimento, perché al Gallo Nero viene attribuita anche la DOCG (Denominazione d’Origine Controllata e Garantita) e, dopo il riassetto della denominazione nel 2013, viene addirittura introdotta la nuova categoria della Gran Selezione, di cui si fregiano solo i vini realizzati con uve integralmente prodotte dall’azienda e che rispettano parametri chimico fisici molto rigorosi.

116027Arrivando ai giorni nostri, il 2016 è un anno significativo e importante, che il Consorzio di tutela (clicca qui) intende celebrare con il massimo degli onori.
Il cartellone prevede 38 grandi eventi da aprile a ottobre con appuntamenti che spaziano dallo sport alla musica, a conferenze sulla storia e sull’arte, e ovviamente all’enogastronomia.

È coinvolta la città di Firenze, lo è tutto il territorio del Chianti e lo sono anche le scuole locali, dove i bambini iniziano a conoscere una delle eccellenze del patrimonio culturale italiano. I ragazzi sono infatti invitati a partecipare a contest e concorsi con disegni e testi scritti, che abbiano per oggetto l’antica leggenda del Gallo Nero, una storia di valorosi e scaltri cavalieri a cui si fa risalire la definizione dei confini tra Firenze e Siena.

Barbara Roncarolo
10 febbraio 2016

Condividi

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it