Genova, quando la strada è quella dello Street Food

Genova, quando la strada è quella dello Street Food

Una manifestazione gastronomica dedicata al cibo da strada a Genova, tra degustazioni, ospiti, show cooking e cibo veloce&gourmet.

Pinterest
stampa
IMG_7853
Sale&Pepe

Fa strano annunciare una manifestazione in festa a Genova di questi tempi e tanto più la Street Food Fest, in una città dove pensando alla strada si pensa a ben altro, ai morti, alle ferite individuali e collettive, al ritorno a una routine che non sarà più tale… Ma adesso sulla strada ripartiamo, anche dal cibo, da sempre un ponte d’unione – come dicevamo recentemente parlando del Club del Fornello – con la sua carica di nutrienti simbolici oltre che materiali. Ed è ricordando questo che vogliamo introdurre l’evento che si svolgerà a Genova da mercoledì 29 agosto a domenica 2 settembre.

Nato dall’idea di alcuni ristoratori genovesi e giunto alla sua quarta edizione, la Street Food Fest si svolge al Porto Antico e raccoglie cibo gourmet dalle strade di tutt’Italia: dalle acciughe ripiene alla genovese al pane cunzatu siciliano, 24 le proposte tra cui scegliere nel 2018, proposte gastronomiche d’autore. Il tutto con la presenta ininterrotta di chef, bartender, ristoratori, produttori dell’eccellenza regionale e ospiti tra i quali rappresentanti dei media locali, che intratterranno il pubblico con show cooking, racconti sugli ingredienti, dimostrazioni e degustazioni… Street Food sinonimo di qualità e salute e non certo di cibo-spazzatura (che danneggia anche l’ambiente).

In pratica funzionerà così: i visitatori entrano liberamente, fanno un giro tra gli stand, annusano ciò che più ispira in quel momento e poi se vogliono acquistano un tot numero di gettoni a scelta, da spendere per assaggiare le specialità prescelte. Ogni stand proporrà una ricetta esclusiva, dedicata alla tradizione del cibo di strada. E mentre, seduti ai tavoli, si gusta e si valuta, si potrà godere degli spettacoli culinari e ascoltare gli ospiti di questa edizione, che saranno fisicamente al centro della tensiostruttura. Ogni giorno dalle 18 alle 24, mentre nel fine settimana si apre alle 12.

All'interno di Street Food Fest anche quest'anno c'è "SuperBirra", un festival nel festival giunto alla 8° edizione, tributo alla produzione della birra buona, con oltre 50 qualità di birra artigianale e la partecipazione di una decina di birrifici italiani.

Dati i recenti eventi, il calendario della manifestazione è diventato un bersaglio mobile, con cambiamenti e adesioni in continuo divenire. Restano comunque delle solide certezze, a partire dalle partecipazioni.

Intanto quella di Marco Visciola del ristorante Il Marin, in corsa per la stella e considerato un fenomeno. Sarà presente tre giorni di fila e parlerà del “pesce povero”, quello più buono e giusto, in perfetto stile Slow Fish, ben presente alla manifestazione insieme a tutto Slow Food. Poi lo stellato Ivano Ricchebono del Ristorante The COOK di Genova, confermato per il primo giorno, che esibirà in showcooking il “Panino di Cabannina con crema acida, rucola selvatica e Val d’Aveto fondente”.  E Roxana Rondan, ambasciatrice della gastronomia peruviana in Italia, reduce dal primo Ceviche Festival nostrano che ha onorato uno dei piatti più noti e deliziosi di una tradizione gastronomica in meritata ascesa mondiale. Il Tiki Party di venerdì a cura della Trattoria dell’Acciughetta; il panino PULLED UMBRIA (tonno del chianti, chutney di cipolle e salsa di yogurt) di Armando Beneduce; lo showcooking di Gian e Anna Traversa, chef della trasmissione “Il Cuoco Pescatore” e quelli dedicati al ricettario tradizionale ligure… Inclusa la lezione di cucina per i più piccoli a cura della scuola di cucina di Sale & Dede.

Partner della manifestazione, Eataly e Chic, Charming Italian Chef, l’associazione che riunisce più di 100 professionisti della ristorazione a tutto tondo, per un totale di ben 50 stelle Michelin.

Che possa essere un momento di convivialità vera, questo Street Food Festival, per i cittadini di Genova e i loro ospiti, tutti accolti dal cuore grande di Zena – il nome della città in genovese, che in arabo vuol dire “bella”, come ha ricordato il rappresentante della comunità islamica nella sua benedizione amorevole al funerale di Stato delle vittime del crollo del ponte.

Carola Traverso Saibante
agosto 2018

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it