Dieci regole per smaltire la pancetta delle feste

Dieci regole per smaltire la pancetta delle feste

Se siete arrivati all’Epifania con due o tre chili di troppo, non vi allarmate. Bastano 10 regole e 15 giorni per tornare in forma perfetta

Pinterest
stampa
Cibi per una dieta sana
Sale&Pepe

Anche se le feste sono volate via troppo in fretta, è probabile che abbiano lasciato un inequivocabile ricordo del loro passaggio. Sono quei due-tre chili di troppo attorno al punto vita o sulla circonferenza dei fianchi.

D'altronde si sa: pranzi e cenoni, panettoni e torroni fanno questo effetto, più ve li siete goduti, più ve li ritrovate addosso.

Vi diamo però una bella notizia: se ne andranno presto, a patto di osservare 10 piccole e non troppo dolorose regole di "buona condotta".

1) Non digiunate. Oltre a essere impossibile per un tempo superiore ai due giorni, sarebbe anche inutile: fa male al metabolismo (che tende a rallentare) e non elimina i depositi di grasso.

2) Dimenticate gli alcolici e le bevande gassate e zuccherate. Si tratta di prodotti che non vanno a male e quindi non occorre buttarli: piuttosto 15 giorni di astinenza avranno un benefico effetto anche su fegato e gonfiore.

3) Riducete i dolci: il loro consumo non è utile in un'alimentazione bilanciata. Se proprio non riuscite a dimenticarli, concedetevi delle porzioni minime.

4) Bevete moltissima acqua, almeno 1 litro e mezzo al giorno, ma sarebbe meglio 2. Se il freddo toglie la voglia dell'acqua semplice, provate a ricorrere a bevande calde come tisane e camomilla. A patto però di riuscire a godersele senza aggiunta di zucchero, altrimenti sarebbe controproducente.

5) Riutilizzate gli avanzi delle feste solo mescolati a ingredienti freschi e magri. Se per esempio avete dei formaggi, preparateli in una ricetta con le verdure in modo da consumarne una quantità non superiore all'etto per persona. Fare un pasto a base di soli formaggi per toglierseli di torno tutti insieme sarebbe peggio, per la vostra linea, di bissare il cenone di Capodanno.

6) Abbiate la mano leggera con i condimenti. "Per poter perdere qualche chilo, nelle prossime settimane non utilizzate mai il burro", consiglia il prof. Giacinto Miggiano, direttore dell'Unità di dietetica del Policlinico Gemelli di Roma, "e non eccedete con l'olio: bisognerebbe stare entro i 2 cucchiai di extravergine al giorno". Inoltre siate avari anche con il sale: un consumo parsimonioso significa evitare la ritenzione idrica. Ricordate che per insaporire gli alimenti esistono anche aceto e limone.

7) Separate la pasta dal pane. Se mangiate la prima a pranzo, magari abbinata ai legumi, non dovete toccare il pane. A cena potrete invertire.

8) Salutate i fritti, li rivedrete tra un paio di settimane. Al loro posto incrementate il pesce e la carne bianca cucinati nel modo più semplice. Così facendo dovreste anche distogliere la vostra attenzione dall'affettatrice e dagli insaccati.

9) Rinverdite e colorate la tavola con abbondanti porzioni di verdura. Oltre a funzionare per il mantenimento dello stato di salute, gli ortaggi hanno la virtù di farci raggiungere il senso di sazietà con un apporto di calorie assai limitato. Quanto alla frutta, è anch'essa un buon alleato di cui tenere conto anche se, a causa del suo alto contenuto di zuccheri, sarebbe meglio consumarla lontano dai pasti o per la prima colazione.

10) Fate più moto. Chi andava in palestra o si dedicava a uno sport, è sufficiente che riprenda la normale attività. Per tutti gli altri, che sono la maggioranza, non c'è bisogno di scalare le montagne. Una passeggiata di mezz'ora, effettuata di buon passo e tutti i giorni, sarà sufficiente a tornare nei jeans che indossavate prima delle feste prima di quanto crediate.

Daniela Falsitta,
7 gennaio 2015

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it