Köfte kebabi, dalla Turchia gli spiedi di polpette

Köfte kebabi, dalla Turchia gli spiedi di polpette

Palline di carne d’agnello speziata, sono semplici e ricche di suggestioni mediterranee

Pinterest
stampa
Köfte kebabi (Foto © Rua Castilho /the food passionates /Corbis)
Sale&Pepe

I köfte (polpette) sono così comuni in Turchia che ne esistono più o meno 300 varianti: a base di carne, legumi o, più raramente, di pesce possono essere fritti, al forno o grigliati. Tra i più tipici ci sono i köfte kebabi, chiamati anche köfteli kebap o shish köfte, “spiedi di polpette”: l’impasto, modellato a forma allungata, viene infilato su spiedi di legno o metallo, per essere poi grigliato o rosolato in padella.

L’agnello è la carne più usata, ma si utilizzano anche manzo o vitellone, soprattutto tagli non troppo magri, come la lombata e lo scamone, perché garantiscono la compattezza della polpetta. Nelle varianti con pollo o vitello (mai maiale per le regole musulmane), viene invece aggiunto un uovo, che grantisce un composto consistente. Il segreto di köfte kebabi morbidi e omogenei è nella preparazione: bisogna impastare bene, per amalgamare tutto perfettamente.

Inevitabile l’abbinamento con la salsa allo yogurt, che è sempre abbinata all’agnello per la sua capacità di sgrassare il palato, ma che è anche un vero must di questa cucina. Basti ricordare che il termine yogurt (immutato in tutte le lingue) deriva proprio dal turco. E che, tra l’altro, è preparata con questo derivato del latte (mescolato ad acqua lievemente salata) una delle più cumuni bevande locali, l’ayran.

di Francesca Tagliabue, in cucina Livia Sala, foto di Maurizio Lodi, stylist Laura Cereda

C'è kebab e kebabi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it