Cibo e astri. A tavola con i segni nel 2021 - Sale&Pepe
Cibo e astri. A tavola con i segni nel 2021

Cibo e astri. A tavola con i segni nel 2021

A ogni segno il suo piatto. Perché – forse non lo sapete – il segno zodiacale influenza le nostre preferenze culinarie. E perché non assecondarle? Se non altro, sarà un bel modo per cominciare

Pinterest
stampa
acqua
Sale&Pepe

Paolo Fox o Rob Brezsny, quale preferite? Il 2020 a previsioni non è andato un granché, quindi che fate, confidate ancora nelle stelle per questo 2021? Tra chi la prima cosa che fa quando si alza è consultare l’oroscopo per sapere come sarà la sua giornata, chi compra le riviste solo per leggere le stelle, a volte ci si abbatte se queste non ci guidano dove vorremmo noi. Infondo è così le stelle s'impicciano di tutto. Ci osservano con occhi attenti. Discutono del nostro carattere, del nostro destino, dei nostri rapporti. E dei nostri gusti a tavola. Di questi tempi, forse, è meglio pensare a quelli. Sì, perché anche in tema di preferenze culinarie, tutto è spesso questione di segno zodiacale: per esempio, i segni di terra (Toro, Vergine e Capricorno), in cui prevale il lato terreno, cioè corporeo, avranno mediamente un rapporto più intenso con il cibo, rispetto ai segni di aria (Gemelli, Bilancia e Acquario) che eternamente idealisti,brillanti e leggeri, non amano costrizioni, quindi nemmeno quelle della tavola...loro non hanno un piatto preferito. Dipende dal giorno, dal momento, dall'occasione. 

GUSTOSE PREVISIONI...SEGNO PER SEGNO

Buon 2021 ai segni di acqua: il trio Cancro, Scorpione e Pesci che tra una spiccata emotività e sensibilità mescolata ad una buona dose di mistero ed enigmaticità, si contraddistinguono a tavola per preferire le pietanze che sanno di “amore”. L'amore che dedicano alla preparazione, amore nel sapore, che deve essere avvolgente e caloroso come un abbraccio. Il Cancro è spesso fan dei dolci, a lui piace sentire lo zuccherino sotto i denti. Oltre che dei piatti che gli ricordino la mamma, s'intende. Un vero mammone, oltre che un grande tradizionalista. Particolarmente affezionato alle feste comandate e ai pranzi domenicali con la famiglia."Tutti insieme appasionatamente". Ultimo, ma non meno importante, lo Scorpione ama tendenzialmente i sapori forti, i gusti speziati come la sua natura di amante "all'arrabbiata". Ed è in genere il commensale meno pretenzioso: mangia infatti anche ciò che gli altri trovano disgustoso. Lui basta che si fa notare, del resto gli importa poco. Ai Pesci piace quasi tutto. Anche i pesci. Purché ogni pasto sia accompagnato da buoni vini. Uno stomaco da balena, per così dire. 

Gemelli, Bilancia e Acquario. Segni d'aria svegli, curiosi e percettivi. Il mondo visto dal loro punto di vista è sempre interessante, come gli studi approfonditi che fanno a tutte le cose. Ed è per questo che non sono per niente inclini a restare inchiodati a tavola per ore in pranzi di lavoro, di nozze o di famiglia. Loro sono più per il boccone e via. Quello che li incuriosisce è quello che antecede un pranzo o ciò che arriva dopo. Sono infatti attenti ai particolari della mise en place, adorano gli assaggi, la giocosità del mangiare, lo spirito di aggregazione derivante da una cena ben riuscita, stupirsi e stupire. I Gemelli, per entrare più nello specifico, anche a tavola avvertono l'esigenza di divertirsi, sono spesso attratti dagli stuzzichini, dal fingerfood e dai buffet, quelli belli ricchi. Tra un passo di danza e l'altro possono gustarsi un delizioso assaggino. La Bilancia invece, eterna aristocratica, evidenzia anche a tavola le proprie buone maniere, l'attenzione per il dettaglio, la predisposizione a tenere viva la conversazione. Le piacciono tendenzialmente le pietanze semplici, perché per la Bilancia il sostantivo "semplicità" rimane sempre e comunque sinonimo di eleganza. L'Acquario è, in linea di massima, bastian contrario, ma a tavola non disdegna la pasta e fagioli o il bucatino all'amatriciana, specie se presentati con un impiattamento insolito e creativo. L’Acquario è un po’ il padrone dell’osteria, dai piatti rustici ma deliziosi. Non gli dispiace tuttavia sperimentare ricette. Ma ciò che preferisce sopra ogni cosa è organizzare tavolate con amici, dove il sole batte forte, dove c'è sempre aria di allegria. A lui piace vivere in una perenne atmosfera "chiassosa", "di festa".

Occhio alla fiamma accesa dai segni di fuoco: Ariete, Leone, Sagittario. C'è un grande terpore nell'aria. Loro non sono fatti per piccole porzioni, assaggini, anzi li intristiscono. Quindi occhio a che ristorante li portate. Ci si deve augurare che abbiano sempre le pance piene, altrimenti chi li sente... I tre segni mangiano tendenzialmente alla velocità della luce, un po' sul genere pellicano, tanto che spesso le loro papille gustative non fanno in tempo ad avvertire il sapore del cibo ché questo à già finito giù nello stomaco. Amano la carne, di tutti i generi, meglio se al sangue, più rude. Ovviamente il piatto per loro risulta completo solo se al fianco di essa si decora con qualche erba dell'orto, tenendo sempre d'occhio le tradizioni gastronomiche a cui sono particolarmente attaccati. 

Ma se parliamo di orto ecco che non possiamo che pensare ai segni di Terra, praticamente un'indole onnivora. Un saluto a Toro, Vergine e Capricorno che sono dei veri principi gourmand. Il Toro ha un palato fine, la Vergine è una tendenziale salutista, il Capricorno ama semplicemente mangiare. In ogni caso sono tutti e tre la gioia di chi li invita a pranzo o a cena. Come si dice "puliscono anche il piatto", ma non con il detersivo, facendo la scarpetta. È il sogno di ogni nonna avere dei nipoti così. Mangiano ma amano anche cucinare, anzi, sono molto vanitosi delle loro creazioni, sottolineano sempre che lo spunto per la buona cucina va presa da loro. Il Toro ti insegna le pietanze della tradizione e i cibi legati al territorio, la Vergine i prodotti della terra e il Capricorno, come sempre, non rifiuta niente. Al contrario del detto, qui, "come fai non sbagli". Senza contare che, a scanso di ascendenti e pianeti natali collocati in angoli di cielo che affermino il contrario, amano il vino buono. Anzi, diffidano totalmente degli astemi. Consiglio per chi li inviterà nel 2021: inventatevi per loro un menu "fusion" che armonizzi tradizione e innovazione, rassicurazione e azzardo. Li conquisterete in un attimo. 

Di Elena Strappa

Condividi

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it