I popcorn fanno bene e piacciono più delle patatine

I popcorn fanno bene e piacciono più delle patatine

La popolarità dei popcorn è in crescita: piacciono soprattutto ai giovani perché sono considerati poco calorici. Secondo alcuni nutrizionisti sono addirittura salutari. Le patatine invece stanno perdendo terreno

Pinterest
stampa
popcorn
Sale&Pepe

La notizia arriva dall’Inghilterra, dove le classiche patatine stanno perdendo terreno rispetto ai popcorn. A condurre lo studio è stata una multinazionale londinese, la Mintel, specializzata in analisi e ricerche. I risultati sono interessanti: se il settore degli snack in generale sta godendo di una certa prosperità, tanto che dal 2009 è cresciuto del 15% e ci si aspetta un’ulteriore crescita nei prossimi 3 anni del 21%, quello delle patatine in particolare è in leggero declino a favore dei popcorn.

Fino a un decennio fa, specialmente negli Usa, questo snack entrava poco in casa e il consumo avveniva per lo più al cinema (Anche in Italia in quasi tutte le sale ci sono distributori che li servono in secchielli di varie dimensioni, dalla small all’extra large). Poi però la popolarità è andata crescendo e ora non solo sono nelle abitudini di molte famiglie, ma sono anche diventati un classico di eventi e ricevimenti di matrimonio: decorano, sono appetitosi e sono bianchi.

Ora i dati forniti della società di ricerca testimoniano il successo: negli ultimi 5 anni la vendita dei popolari chicchi di mais è più che triplicata. Ad apprezzare i popcorn sono soprattutto i giovani: il 35 per cento del campione generale ha mangiato popcorn nell’ultimo anno, ma se si guarda il segmento dai 16 ai 34 anni la percentuale sale al 49%. Il messaggio è: patatine e noccioline sono snack agé, mentre i popcorn sono giovani.

E per quale motivo piacciono tanto? La loro preparazione è semplicissima e divertente: si tratta di chicchi di mais fatti scoppiare per effetto del calore. In casa si possono preparare in pochi minuti in padella o al microonde.
Mentre nella grande distribuzione le confezioni si trovano nei reparti dedicati agli snack e la fantasia dei gusti è molto ampia: salati, al burro, caramellati, al formaggio, al wasabi e via dicendo. In Italia ci si limita per lo più alla versione dolce e quella salata, ma nei paesi anglosassoni le varietà sono davvero tante.

Ad attirare è soprattutto l’idea è che siano meno calorici e più salutari delle patatine. Quelli sono saltati in padella o cotti in particolari forni, queste sono fritte.
Ma non solo. Recentemente, i nutrizionisti della British Dietetic Association ne hanno illustrato i benefici per la salute: sono ricchi di fibre e sono un’ottima fonte di carboidrati per chi non ne assume abbastanza in altro modo.

In realtà occorre essere cauti: anche i popcorn possono essere tutt’altro che light.
Quelli fatti in casa, semplicemente saltati in padella senza grassi e conditi con un po’ di sale, effettivamente sono più leggeri (forniscono circa 340 calorie per 100 g), ma quelli confezionati potrebbero non esserlo (si va dalle 380 alle 500 calorie).
Per un consumo consapevole è sempre bene verificare in etichetta quali ingredienti sono stati aggiunti al mais, perché anche in quelli “classici” si potrebbero trovare burro, olio vegetale, glutammato, coloranti e aromi.

Barbara Roncarolo
Foto Flickr / vojab
22 febbraio 2016

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it