Cosa non buttare mai giù dal lavandino

Cosa non buttare mai giù dal lavandino

Ci sono alimenti che è meglio non gettare mai giù dal tubo del lavandino di cucina: dai fondi di caffè veri nemici degli idraulici, ai gusci d’uovo, ai grassi

Pinterest
stampa
Dirty Dishes in Kitchen Sink
Sale&Pepe

Ci sono almeno due buoni motivi per evitare di gettare alcuni alimenti e oggetti nel tubo del lavandino di cucina, o nel WC di casa. Il primo riguarda il corretto funzionamento del lavandino stesso e il rischio che questo si blocchi e si intasi per via di oggetti solidi o troppo grandi, il secondo è invece più grave e riguarda l'inquinamento ambientale che alcuni gesti errati possono peggiorare. Alcune sostanze inquinanti infatti danneggiano le acque marine e quelle dei fiumi, e la flora e la fauna che li popolano.

Meglio dunque, per tutti i resti alimentari, seguire le regole fornite dalla propria azienda dei rifiuti e dal Comune di residenza. Ma quali sono gli alimenti che più di altri rischiano di rovinare ambiente e tubi di casa?

165539Torsoli di mela. Anche se sono biodegradabili, vi sono scarti come i torsoli di mela, i picciuoli della frutta, i fili del sedano e così via che finiscono per intasare il lavandino.

Frattaglie. La pelle del pollo, del cotechino o della salsiccia, i piccoli ossicini di coniglio o pollame magari già a piccoli pezzi, il grasso e i nervi della bistecca... Molte proteine che normalmente non consumiamo e fanno parte degli scarti rimanendo ai lati del piatto vengono erroneamente fatte cadere nel lavandino invece che nel contenitore dell'umido. Anche in questo caso, finiscono per intasare e solidificarsi impedendo il normale flusso delle acque grigie.

155783Gusci di uova. I rimasugli del guscio di uova che finiscono inavvertitamente nel lavandino sono colpevoli di formare tappi nei tubi e di intasarli, accumulandosi insieme con gli altri scarti. Per questo è bene fare particolarmente attenzione a mettere questi scarti direttamente nel contenitore dell'umido, anche le parti più piccole.

Fondi del caffè. Quasi una sorpresa: i fondi del caffè causano problemi allo scarico dei lavandini di casa. Meglio dunque trovare metodi di riciclo alternativi, sapevate che sono ottimi concimi per le piante di casa e del terrazzo?

Grassi (animali e vegetali). Resti dei formaggi, olio di frittura, il grasso dell'arrosto avanzato, quello della bistecca cotta in padella... Gli oli animali e vegetali sono tra i più grandi inquinanti. Se riversati nella terra, impediscono la sua ossigenazione e fanno male alle colture, mentre se vengono versati nel lavandino o nel WC fanno male alla salute delle acque, dei pesci e della flora marina o dei fiumi. Per questo è fondamentale riversare questi grassi se solidi nell'umido, se liquidi negli appositi contenitori per il loro smaltimento.

Adesivi e carta. Sono piccoli e spesso sfuggono al controllo e finiscono già dal lavandino di cucina: sono gli adesivi presenti sulle confezioni alimentari, o le etichette sulle banane e le mele. Ma tra colla e cellulosa, rischiano di attaccarsi ai filtri e ai tubi e causare il loro malfunzionamento. Lo stesso vale per piccoli pezzi di cotone o di carta assorbente e tovaglioli di carta.

Eva Perasso
29 settembre 2015
aggiornato settembre 2018
da Carola Traverso Saibante

SCOPRI I CORSI DI CUCINA DI SALE&PEPE

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it