Al Cibus 500 novità

Al Cibus 500 novità

Presentati al Cibus 500 nuovi golosi prodotti made in Italy: buoni, belli e sani

Pinterest
stampa
Rossano Boscolo per Pedon
Sale&Pepe

53055Cereali e legumi di qualità provenienti da filiere controllate e territori vocati (Italia Tipica di Pedon) intepretati da grandi chef come Rossano Boscolo, prodotti della tradizione declinati in chiave salutista, come il ragù bolognese rivisitato con soia e verdure e il pesto con il tofu (Biffi) per gli intolleranti alle proteine del latte, confezioni evocative come quella dell’olio che si versa aprendo un rubinettino (Frantoio d’Orazio), prevenendo così l’ossidazione del prodotto a mo’ di vecchia botte e formule inedite.

Come quelle per l’aceto balsamico proposto in perle (Mengazzoli), crema con tabasco (Fini) e addirittura bio (Alce Nero). O degli spaghetti turanici realizzati con una specie di grano duro dimenticato originario dell’Iran e coltivato biologicamente nelle Marche (Mancini).

Sono alcune delle 500 novità presentate al Cibus, la più importante fiera alimentare del made in Italy dal 5 all’8 maggio a Parma. Quest’anno la fiera è più ricca che mai e si è visto di tutto.

Ma l’approccio delle 2600 aziende italiane presenti è il medesimo: non fare cose nuove tanto per stupire, ma per venire davvero incontro a gusti ed esigenze di consumatori attenti al rapporto qualità prezzo, sempre più spesso allergici o intolleranti e, soprattutto, più desiderosi di cucinare rispetto al passato.

53062Il successo di trasmissioni televisive dedicate, infatti, dimostra la voglia degli italiani di tornare a fare da mangiare. Il desiderio di fai da te per deliziare vista e palato è cresciuto molto, sia tra chi già cucina egregiamente sia tra quelli che sono alle prime armi, o che prima uscivano più spesso a cena e ora preferiscono ritrovare (risparmiando) il calore del focolare domestico.

Ed è soprattutto a loro che sono dedicate le confezioni di bocconcini di culatello porzionate per un più facile servizio (Terre Ducali), le miscele di farine che garantiscono lievitazioni perfette, le panelle prefritte a cottura rapida (Cgm), burro, gorgonzola e salse di carciofi al tartufo (Green Line) per un tocco lussuoso su una tartina o un risotto, il parmigiano da spalmare (Parmareggio) o l’olio extravergine in boccetta spray antispreco (Compagnia alimentare italiana). Sul fronte olio le novità sono anche quelle di formulazione oltre che di confezione.

Come ha spiegato a Sale & Pepe Fulvio Laoreti, area manager di Costa d’Oro, azienda olearia di Spoleto. “Sul mercato nazionale cavalchiamo delle nicchie, quelle dei consumatori particolarmente attenti alle diete. Per questo abbiamo già lanciato con successo un olio di semi vari, vinaccioli inclusi, arricchito con Omega 3 e stiamo per portare in scaffale un olio extravergine 100% italiano con vitamina B12, molto adatto per i vegetariani che con un solo cucchiaio di prodotto possono soddisfare il fabbisogno quotidiano di questa vitamina, molto scarsa nella loro dieta”.

E, a breve, l’azienda lancerà anche due prodotti simili, altri due oli funzionali, pensati per la fascia d’età 0-18, cioè quella della crescita e del potenziamento, e quello per gli over 50 contenente in particolare coenzima Q10 e vitamina K2, per limitare i processi ossidativi e fissare il calcio. “Abbiamo anche messo a punto un prodotto non filtrato, cioè non privato delle naturali mucillagini – continua Laoreti - che conserva quindi tutte le proteine e le vitamine dell’extravergine cui siamo stati abituati.

Quello limpidissimo, che però ha perso fino al 35% dei preziosi nutrienti”. Scopriamo così che l’olio extravergine di oliva, sano per antonomasia, può diventarlo anche di più. E quello della salute è l’altro macrotrend presentato al Cibus con una cascata di prodotti gluten free, birra inclusa (Kolia), burro senza lattosio (Dalla Torre) e preparati per marmellate fatte in casa che utilizzano la stevia al posto dello zucchero (Novarese).

53063Non mancano i prodotti gourmand per chi ha poco tempo e scarso expertise, come i piatti pronti in due minuti creati da Gianfranco Vissani per Gastronomia Toscana (per esempio la crespella al cavolo nero con salsa di banana e curry rosso) che riportano sulla confezione anche l’abbinamento enologico consigliato.

Sull’effetto sorpresa golosa, poi, ha puntato molto anche Fabbri che al Cibus, a fianco di topping alla frutta e prepararti per gelati, ha presentato Spherology: un prodotto dedicato ai barman per creare cocktail e dessert molecolari ad effetto. “Stimolare la fantasia dei consumatori è un ottimo propulsore - ci ha raccontato Umberto Fabbri, presidente dell’omonima azienda fondata dal bisnonno nel 1905.

Anche per un’impresa dalla fama consolidata accattivare il cliente, che sia consumatore finale, gelatiere, ristoratore o barman, con novità creative è fondamentale. Dunque abbiamo proposto attraverso tutti i nostri siti ricette originali per abbinamenti dolce-salato golosi (come il filetto di maiale all’amarena che lo chef Almo ha preparato allo stand Fabbri in occasione del Cibus) e attaccato alle bottiglie di sciroppi sagome per ghiaccioli a forma di animaletto per invitare alla prova”.

Perché se un prodotto è buono basta poco per indurre in tentazione e sul fronte qualità il made in Italy non teme concorrenti.

Silvia Bombelli
7 maggio 2014

crediti foto: Enza D'Alessandri

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it