Per dimagrire basta un giorno. E la salute ringrazia

Per dimagrire basta un giorno. E la salute ringrazia

Messegué propone un metodo rivoluzionario che recupera l’antico concetto del giorno di magro. Questa dieta promette risultati graduali e duraturi. E soprattutto non è stressante!

Pinterest
stampa
dieta-1-giorno
Sale&Pepe

Il concetto della filosofia per dimagrireBasta un giorno” di Marc Messegué è semplice: la dieta si fa un giorno solo alla settimana, tutte le settimane, per tutto l’anno. A ben pensarci tra l’altro questo sistema recupera il concetto antichissimo, già presente da secoli in molte culture, del “giorno di magro”.

Messegué, che si definisce erborista (oltre ai suoi studi, ha ereditato dal nonno e dal padre saperi antichi e competenze sulle piante medicinali), non crede nelle diete lampo: secondo lui danno risultati immediati poi sono difficili da mantenere col tempo, a meno di non stare perennemente a dieta. Per Messegué dimagrire non significa solo perdere peso, ma più che altro perdere massa grassa e aumentare la massa magra.

Il metodo proposto da lui, infatti, avrebbe il vantaggio di aiutare a perdere peso, ma anche a stabilizzarlo, mantenerlo nel tempo con uno sforzo minimo e soprattutto permette di disintossicare e riequilibrare l’organismo. Un altro vantaggio è che mettersi a dieta un solo giorno a settimana non è stressante, l’impegno è quasi impercettibile, non impone gravosi cambiamenti nei ritmi alimentari di tutta la famiglia e i miglioramenti sono graduali e non traumatici per il corpo.

«Non si può vivere senza mangiare e si muore mangiando male. E, oggi più che mai, dobbiamo preoccuparci di educare anche i nostri figli (e noi stessi) a mangiare meno e mangiare meglio. Perché abbiamo troppo cibo a disposizione in rapporto alla vita sedentaria che conduciamo» dice Messegué.

128935Come funziona la dieta Basta un giorno
Sfogliando il libro "Basta un giorno" di Marc Messegué (clicca qui se ti interessa il libro pubblicato da Sperling & Kupfer) che spiega passo passo come lavorare sull'alimentazione per raggiungere una buona armonia, scopriamo che, per prima cosa, occorre scegliere il giorno della settimana: deve essere comodo, praticabile e possibilmente sempre lo stesso. Messegué consiglia il lunedì, giorno di buoni propositi che segue gli stravizi del week end. Ci si pesa il giorno in cui si inizia e quello dopo e, successivamente, si dice addio alla bilancia per tutta la settimana. Il giorno dopo il peso sarà calato di un kg, per effetto della perdita dei liquidi; successivamente si risalirà lentamente e, dopo una settimana, il peso dovrà essere stabile o 100 g in meno. 100 g sembrano poca cosa, ma moltiplicati per le 52 settimane dell’anno sono ben 5,2 kg, ovvero un ottimo risultato ottenuto con un impegno minimo e veramente graduale.

Nella giornata di magro si fa colazione con due fette di pane senza sale (l’azzimo è perfetto), miele o marmellata e caffè, orzo o tè, mai con il latte. Per il resto della giornata sono vietati sale, carboidrati, cibi pronti o conservati. Si possono consumare carne, pesce, legumi e verdure fresche da condire con limone, aceto, erbe aromatiche, peperoncino e al massimo un filo di olio extravergine. Occorre bere 2 litri di acqua al giorno.

Naturalmente Messegué consiglia per tutti gli altri giorni di curare l’alimentazione, bevendo tanta acqua, scegliendo il più possibile cibi freschi, di stagione e non trattati, concedendosi i dolci solo una volta ogni tanto, preferibilmente la mattina.

128937Tra l’altro l’ideale sarebbe evitare di aggiungere sale alle pietanze e di usarlo solo per l’acqua di cottura, per lui il sale è uno dei nemici numero uno della salute, se consumato in dosi sbagliate. E in più Messegué consiglia di fare attenzione agli accostamenti dei cibi: ci sono abbinamenti tra alimenti che funzionano, come pasta e verdure o carne e verdure e altri che vanno evitati, come pasta e pane o carne e pasta. E, inoltre, non bisogna stressarsi per la dieta: ogni dieta deve essere affrontata come momento di cura di sé, tenendo conto delle proprie reali possibilità.

Nel suo libro chiarisce bene i concetti di metabolismo, metabolismo basale e calorie.

Dà inoltre alcuni spunti interessanti per cucinare in modo sano e naturale, indicando proprio le ricette che, volendo, si possono preparare nei giorni di magro. Il ricettario è stato preparato in collaborazione con gli chef Ivano Monni, Arnaud Daguin, Elena Mattei e Gianfranco Vissani.

Il testo è interessante, perché parla delle proprietà degli alimenti, dando suggerimenti utili per curarsi con il cibo, spaziando dall’acne all’ulcera, passando per cistite, colite e raffreddore. Essendo da sempre la filosofia Messegué orientata a un approccio naturale del concetto di stare bene, nel libro non poteva mancare il suggerimento di farsi un piccolo orto sul balcone per avere a portata di mano tanti rimedi utili sempre freschi e appena colti.

Barbara Roncarolo
settembre 2016

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it