Seguici su Facebook Seguici su Instagram
Luoghi e PersonaggiMondoVerdure al curry con riso al cocco, dal Kenya contaminazioni indiane

Verdure al curry con riso al cocco, dal Kenya contaminazioni indiane

Sapori d'Africa e Oriente colorano questo piatto elegante e gustoso, tipico di una cucina, speziata e varia senza essere piccante, come quella kenyota

Condividi
mchuzi wa morogo Sale&Pepe

Nonostante un ampio territorio, il Kenya non ha una cucina ben identificata, ma piuttosto un mix di tradizioni culinarie diverse, tra araba, persiana, colonialista inglese e indiana. La zona costiera che si affaccia sull’Oceano Indiano fa però eccezione, grazie a una lunga storia di scambi con i paesi orientali. Qui si è infatti sviluppata un’interessante cucina regionale - che include ricette chiaramente riconducibili all’una o all’altra influenza: la “swahili”, dall’aggettivo arabo sawahil, “costiero” appunto.

Nella regione costiera si incontrano tanto pesce e frutti di mare. Molte ricette sono di origine indiana, come queste verdure al curry e i samosa, e coesistono a fianco di piatti come il riso pilau insaporito con latte di cocco (importato dagli arabi), che viene usato sia con la carne sia con il pesce, con le verdure e nelle minestre.

L’uso del riso, spesso importato dalla Cina, è molto comune: quello al cocco (wali wa nazi: wali, riso cotto; nazi, cocco) è una specialità swahili particolarmente amata. Popolare sulla costa africana che affaccia sull’oceano Indiano, in particolare nelle zone di Lamu, Malindi e Mombasa, è accompagnamento ideale delle verdure al curry, come pure a qualsiasi piatto locale di carne, pollo o pesce.

Tradizionalmente, le famiglie in Kenya consumano il pasto sedute su un’unica stuoia, intorno a un piatto centrale (carne o pesce, con verdure o riso) accompagnato da focaccine fritte (chapati), e si servono usando la mano destra. Conclude il pasto tanta frutta fresca come banane, ananas e papaia, tutta servita con miele oppure crema di cocco, versata nel guscio della noce e spolverata abbondantemente di cannella. Chakula chema (buon appetito)!

di Francesca Tagliabue, in cucina Livia Sala, foto di Maurizio Lodi, stylist Laura Cereda

La cucina speziata dell'Africa orientale

La buona ma pur semplice cucina swahili ha subito l’influenza araba e indiana. Pesce e carne, legumi e verdure sono insaporiti con curry o garam masala, mussala, curcuma, salsa di cocco, piri piri (il peperoncino africano) o zenzero. Tra le ricette speziate locali più diffuse ci sono piatti a base di riso come il pilau e il biryani; l’ottimo kuku na nazi o kuku paka, un curry di pollo in crema di cocco che in Kenya si serve con il plantano, la banana da cuocere; i mtuza wa samaki, grima e mchuzi wa samaki, tre curry di pesce e il mtuzi wa kamba, con i gamberoni, per citarne solo alcune delle delizie kenyote.

ricette tradizionali

Abbina il tuo piatto a

Aggiornamento disponibile!
Fai tap sul pulsante AGGIORNA per aggiornare la Web App.

AGGIORNA ANNULLA

Installa la Web App Le ricette di Sale&Pepe sul tuo iPhone.

Fai tap su Installa Web App e poi Installa Web App "Aggiungi a Home".

Sei offline, alcune risorse potrebbero non essere disponibili. Verifica la connessione.