KAMUT®: 30 anni di gusto e salute

KAMUT®: 30 anni di gusto e salute

Un cereale antico riscoperto per caso, coltivato nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente e ricco di proprietà nutrizionali che danno una mano alla salute: il marchio KAMUT® compie trent’anni ed è tutto da scoprire.

Pinterest
stampa
imm06
imm01
imm02
imm03
imm04
imm05
imm12
imm11
imm10
imm09
imm08
imm07

C’è una storia in quello che mettiamo nei nostri piatti, e troppo spesso è una storia che racconta di ibridazioni e alterazioni genetiche, coltivazioni e allevamenti intensivi, lontani dai ritmi della natura e dalle sue regole. Sulle nostre tavole, però, possiamo portare anche alimenti che hanno una storia diversa, antica, “riscoperti” di recente e apprezzati per le loro qualità organolettiche e la loro genuinità. Come quelli prodotti utilizzando il grano khorasan – nome generico di un’antica varietà di grano, la Triticum turgidum ssp. turanicum –, più conosciuto con il nome del marchio di garanzia che l’ha reintrodotto sul mercato, “Kamut”.

La storia di una riscoperta
Kamut significa “grano” in egiziano antico, e proprio in Egitto alcuni chicchi di un cereale originario del Medio Oriente furono recuperati nel 1949 da un aviatore americano, che li portò a suo padre, nel Montana. Circa trent’anni dopo, Bob Quinn, erede di una lunga tradizione agricola, decise di sperimentare la coltivazione di questo grano dai chicchi giganti e ne riscontrò le particolarità rispetto al grano “moderno”. Era l’inizio di un progetto che nel 2016 compie trent’anni e che avrebbe portato alla creazione di Kamut International e Kamut Enterprises of Europe e alla registrazione del marchio KAMUT® per contraddistinguere il cereale coltivato in modo particolare: secondo i dettami dell’agricoltura biologica.

Perché coltivare un grano antico
Negli ultimi anni, con i metodi dell’agricoltura intensiva sono state selezionate varietà di grano duro, tenero e farro dai rendimenti altissimi. Al tempo stesso, però, la diversità nelle coltivazioni è stata molto limitata e il risultato della selezione è un prodotto standardizzato, che ha perso molte delle sue proprietà nutrizionali. Il grano antico come il khorasan KAMUT®, invece, non ha subito queste selezioni ed è ricco di principi nutritivi importanti. Al tempo stesso, però, ha una resa molto minore rispetto al grano “tradizionale”. Per questo, il suo primo produttore ha scelto fin da subito di puntare sulla qualità e sull’unione tra i coltivatori: un vero e proprio commercio equo che potesse garantire giusti guadagni e buone condizioni di lavoro.

Un pioniere del biologico
Paladino di un’agricoltura vicina all’uomo e all’ambiente, Bob Quinn ha ricevuto moltissimi riconoscimenti, tra cui, nel 2013, il titolo di Pioniere del Biologico assegnatogli dal Rodale Institute ed è stato tra i protagonisti di Expo Milano 2015 sulle tematiche della biodiversità. Oggi, nelle regioni centro settentrionali degli Stati Uniti e in Canada – luoghi più adatti alla produzione del grano khorasan KAMUT® – un gran numero di agricoltori biologici ha la possibilità di coltivare questo cereale in modo biologico e sostenibile e di venderlo attraverso Kamut International, assicurando il rispetto degli standard di qualità del prodotto, lungo tutta la filiera, fino al consumatore finale.

Perché scegliere KAMUT®
A rendere speciale il grano khorasan KAMUT® sono le sue qualità organolettiche: se confrontato con il grano moderno, ha un maggior contenuto di proteine e sali minerali, soprattutto selenio, zinco e magnesio. L’alta percentuale di lipidi lo rende energetico, adatto all’alimentazione di chi ha una vita intensa. Secondo alcuni studi, inoltre – fermo restando che il grano khorasan KAMUT®, contenendo glutine, non è adatto ai celiaci – è ben tollerato nella maggior parte dei casi di sensibilità al grano, aiuta l’organismo a difendersi dallo stress ossidativo e ha proprietà antiinfiammatorie, tanto dal favorire un miglioramento dei sintomi delle persone affette dalla Sindrome del Colon Irritabile. Studi condotti su persone affette da diabete, poi, hanno dimostrato che il consumo di prodotti a base di grano Kamut ha un impatto positivo sull’insulina, sulla glicemia e sulla resistenza all’insulina, e porta a una significativa riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare come il colesterolo totale e il colesterolo LDL.

In cucina
Pasta, biscotti, crackers, fette biscottate, ma anche ottime farine per preparare pane, pizza e dolci: sono moltissimi i prodotti preparati con farina di grano khorasan KAMUT® che possiamo portare in tavola, con la garanzia della produzione biologica certificata e degli attenti controlli posti in essere in ogni passo della filiera. E tutto il gusto di una tradizione lunga millenni ma ancora attualissima.

Per approfondire visita questo sito www.kamut.com

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it