Vota

Helmut Koecher nasce a Merano nel 1959. Segno zodiacale Leone, del quale incarna qualche significativo tratto. Si laurea ad Innsbruck in scienze politiche, storia contemporanea e media. Dirigente del personale al comune di Merano, scopre però il Bordeaux e il vino francese.

Da lì, una vita che cambia, sempre più dedicata al vino. Nel 1992 inventa il Merano WineFestival che porta felicemente quest’anno alla ventitreesima edizione, trasformandolo negli anni in uno degli appuntamenti più prestigiosi del settore. Attivo in molte capitali europee (Monaco di Baviera, Amburgo, Colonia, Vienna, Londra, Budapest, Zurigo, Praga, Vilnius, Riga, Tallinn) ed extra-europee (Mosca, San Pietroburgo, Tokyo, Kharkov, New York, Hangzhou, Mendoza, Aspen, Tiblisi) con eventi da lui stesso organizzati.

Scrive libri su vino e gastronomia ed è membro attivo di prestigiose associazioni, tra le quali la FIC – Federazione Italiana Cuochi – il “Disciples Escoffier International”, la famosa ed esclusiva “Stehwein Gesellschaft” ed è Chevalier de l’Ordre des Coteaux de Champagne. Fonda e dirige la European Gourmet Academy che si occupa di formare operatori del settore enogastronomico.

A livello internazionale si dedica convintamente alla promozione del Made in Italy in Cina ed è impegnato nella valorizzazione della viticoltura georgiana. Dal 2013 coordina il progetto Dialogues, una piattaforma che unisce soggetti del comparto vinicolo italiano e dalla quale nasce il MANIFESTO2014, una carta di intenti stilata dalle più significative personalità del vino italiano. Nel 2014 annuncia l’organizzazione della prima edizione del WWEF (World Wine Economic Forum), un evento che porrà l’Italia come leader nel settore della convegnistica dedicata alle economie dedicate al vino.