Una tavola nell’orto per 70.000 commensali

Una tavola nell'orto per 70.000 commensali

È questo il numero di persone che in 15 anni ha raccolto l’invito di Oustanding in the field, un ristorante itinerante che gira gli States per rendere omaggio agli agricoltori e far conoscere le eccellenze locali. Per il 2015 l’esperienza coinvolgerà altri Paesi. Forse, già il prossimo anno vedremo il loro bus in giro per l’Italia.

Pinterest
stampa
Outstanding in the field  Bus2
Outstanding in the field 1
Outstanding in the field 2
Outstanding in the field 3
Outstanding in the field 4
Outstanding in the field 5
Outstanding in the field 6
Outstanding in the field 7
Outstanding in the field 8
Outstanding in the field 9
Outstanding in the field 10
Outstanding in the field 11
Outstanding in the field 12
Outstanding in the field 13
Outstanding in the field Bus

Jim Denevan, artista noto a livello internazionale per i suoi disegni panoramici su sabbia, terra e ghiaccio, nonché appassionato chef, nell'estate del 1999 ebbe l'idea di unire le sue due passioni e allestire una scenografica tavolata in una fattoria a Santa Cruz, in California, dove invitare amici e conoscenti a una festa, per celebrare gli agricoltori e i doni della terra.

Da questo primo successo ha continuato a proporre l' idea, battezzata "Outstanding in the field", in maniera itinerante, viaggiando di fattoria in fattoria attraverso l'America e non solo, con lo scopo di riconciliare i commensali con la terra e le origini del cibo, allestendo lunghissime tavolate in paesaggi mozzafiato.

Con la sua troupe di cuochi, camerieri e responsabili di eventi ha girato gli Stati Uniti proponendo la sua performance in aziende agricole di tutto il paese, collaborando con chef della regione e servendo cibo preparato con ingredienti locali (a volte crescono a pochi centimetri dalla tavola) a buongustai e ospiti curiosi.  

Da allora son passati 15 anni e, quando il tour 2014 sarà completato, "Outstanding in the field"  avrà organizzato cene all'aperto in ognuno dei 50 Stati degli USA.

I numeri raggiunti sono impressionanti. Nel corso di questi anni il "ristorante senza pareti" ha accolto circa 70.000 ospiti. Sono state messe in scena oltre 600 cene pop-up  nei campi di mais o tra i frutteti, sulle spiagge, nei vigneti o all'ombra di granai. Più di 300 cuochi, tra cui numerosi chef di fama, hanno cucinato per queste feste itineranti. Sono stati completati 10 tour nel Nord America e nel 2011 sono venuti in Europa per un giro in 6 tappe che ha toccato l'Irlanda, la Gran Bretagna, la Danimarca, l'Olanda, la Spagna e per finire l'Italia. In quell'occasione il territorio scelto è stato il Chianti nella tenuta La Petraia l'ospite d'eccezione Dario Cecchini dell'omonima antica macelleria.

Pur cambiando le località la motivazione attorno a cui tutto ruota è sempre la stessa: rendere omaggio alle persone che attraverso il loro lavoro portano il cibo in tavola.

"È stato un bel viaggio" dice Denevan "Certe volte ho avuto dubbi e mi sono chiesto cosa stessi facendo. Come quella volta che il bus si è rotto vicino allo Yukon mentre tornavamo dall'Alaska. O quando abbiamo allestito un  tavolo a New Orleans, a un anno dall'uragano Katrina, con solo 10 ospiti paganti. Ma ogni volta che incontro un nuovo agricoltore, vedo il favoloso lavoro che fa e assaggio i piatti incredibili che gli chef creano con suoi prodotti, l'ispirazione per continuare e andare avanti si ripresenta. Siamo orgogliosi, io e il mio staff, di essere quelli che fanno il lavoro duro sulla strada, quelli che preparano il palcoscenico per i nostri contadini rockstar.

Cristina Papi
10 luglio 2014

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it