Cosa bere al primo appuntamento?

Cosa bere al primo appuntamento?

Un giornalista di Grub Street ha appena pubblicato un libro in America sul drink perfetto per il primo incontro

Pinterest
stampa
Couple Dining at Restaurant
Sale&Pepe

Il primo appuntamento è sempre una questione delicata, sia che si tratti di un incontro al buio sia che si tratti di un incontro con una persona già conosciuta, ma in versione inedita di potenziale partner. Per prima cosa dunque bisogna inquadrare la situazione, che viene ancor prima della tipologia del potenziale partner.

Nel caso in cui si conosca già da tempo il compagno d’appuntamento (e magari sia già capitato di bere insieme e persino qualcosa di più) il primo consiglio (clicca qui) è quello di non optare per una cena completa, preferendo invece un lungo aperitivo in un bar panoramico. Perfetto il vino, da ordinare a bottiglia, ma anche una bevanda tipo Mojito è indicata. In questo tipo di situazione il rischio maggiore è quello che la confidenza sciolga persino troppo e si rischi di alzare il gomito sfociando nella perdita di controllo e consequenziali brutte figure.

Se l’incontro è con una persona poco conosciuta, è considerata invece una buona strategia quella di ordinare la propria bevanda preferita, qualsiasi essa sia. E’ un modo per iniziare a farsi conoscere come si è veramente, senza maschere né finzioni. Ma per il secondo cocktail conviene temporeggiare e rivolgersi la domanda: “Voglio veramente restare qui?”.

La terza tipologia di incontro è infine quella completamente al buio, sempre più possibile grazie alla rete e ai social. Trattasi di appuntamento estremamente delicato e anche rischioso, ma indubbiamente elettrizzante. In questo caso non bisogna dare per scontato che si debba necessariamente ordinare un drink ma, se a domanda esplicita la risposta è “sì”, a quel punto conviene scegliere un bel whiskey, che ci aiuterà ad allentare l’inevitabile tensione.

Una volta affrontata l’atmosfera, occorre una veloce analisi psicologica del nostro interlocutore e, una volta inquadrato il profilo, scegliere di conseguenza. Il nostro primo appuntamento è all’insegna delle risate con un/una partner divertente e frizzante? Ordiniamo la bevanda più curiosa e bizzarra del menu. Se ci sembra un tipo avventuroso, la scelta più indicata è fare una serata di birra, possibilmente del Vermont. Se il/la potenziale partner è invece misterioso/a, è molto indicato un whiskey. Nel caso ancora di una persona di poche parole e semplice, vanno benissimo tutti quei cocktail a due sillabe. Un esempio? Jack and Coke, Vodka and Sprite, ecc. Mentre nel caso di compagno/a sofisticato/a, si raccomanda ancora di scegliere un cocktail tipo Sidecar (cognac, liquore d’arancia, succo di limone). Ci troviamo a bere con un tipo pratico e magari proprietario di un cane? L’opzione migliore in questo caso è un bel bicchiere di vino, meglio se rosso.

Emanuela Di Pasqua
17 aprile 2015

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it