Pasta lunga fredda, cucù!

Pasta lunga fredda, cucù!

Spaghetti, tagliatelle, trenette e persino pizzoccheri: la pasta lunga si raffredda e le insalate di pasta… si allungano! Ecco le ricette create e provate per voi.

Pinterest
stampa
pasta fredda capri portofinese_piccola
Sale&Pepe

Tagliatelle fredde e insalata di pizzoccheri?!? Esattamente! L’insalata di pasta è un classico della cucina estiva e già abbiamo parlato di come prepararla. Qui osiamo proporre altro: la pasta lunga e non fumante nel piatto. E perché no?

Possiamo usare qualsiasi formato lungo e qualsiasi tipo di grano (o altro cereale), privilegiando la pasta integrale e quella fatta con i grani antichi.

Oltre ad essere buona e pratica, la pasta fredda ci avvantaggia dal punto di vista della salute: possiamo – dobbiamo! – preparala prima, in modo da sottoporla al semplicissimo trattamento termico (di minimo 24 ore in frigo) che la rende un cibo-medicina per il nostro corpo.

Ricordiamo che la cottura deve sempre essere ben al dente; prima di metterla in frigo è bene ungerla con un poco d’olio affinché non si attacchi e che va poi tirata fuori dal frigo in tempo utile affinché non sia troppo fredda.

Ecco 5 ricette create e provate per voi. 

Alla Capri Portofinese

1 porzione spaghetti integrali

2 o 3 cucchiai di pesto alla genovese 

1 pomodoro medio

1 mozzarella piccola

Qualche foglia di basilico

Evo e sale

Condite la pasta con il pesto, il pomodoro e la mozzarella tagliati a dadini, olio&sale e guarnite con le foglie di basilico fresco.

Monti d’Oriente

(ingredienti per 2 persone)

2 porzioni di pizzoccheri

1 melanzana media (scura lunga)

1 cucchiaio tahini

Mezzo cucchiaino di cumino

Qualche foglietta di menta fresca

3 o 4 spicchi di mela croccante

Evo e sale

163917

Arrostite la melanzana in forno. Una volta cotta, prendete la polpa e frullatela insieme a olio, sale e tahini. Condite la pasta con la crema ottenuta, i semi di cumino tostati, la menta e la mela tagliata a dadini molto piccoli.



Appuntamento al sole

1 porzione tagliatelle di grano duro

1 carota

1 uovo bio

1 pezzettino zenzero

1 manciatina semi di sesamo

1 cucchiaio abbondante di robiola di capra

Olio evo + sale

163920Grattugiate la carota (buchi grandi) e lo zenzero (buchi piccoli), fate tostare in padella il sesamo e poi unite e mescolate il tutto, aggiungendovi olio e sale. Nel frattempo fate bollire l’uovo sodo. ‘Sciogliete’ il caprino nella ciotola dove condirete la pasta, utilizzando un poco di acqua calda (può essere quella in cui sta bollendo l’uovo) e olio. Mescolate le tagliatelle e successivamente l’uovo sbriciolato (se è ancora caldo, va benissimo). Infine l’insalata di carote, ed eventualmente ulteriore olio.

Ode a Racale

1 porzione di linguine

2/3 cucchiai di colatura di alici (ottima la Nettuno)

1/2 cucchiai di bottarga

1 limone medio-piccolo (o mezzo grosso) non trattato

Qualche pomodorino arancio

Sale&evo

163923Cuocete la pasta molto, molto al dente, scolare e versatela in una ciotola con due o tre cucchiai di colatura e mescolare fino all’assorbimento. Quando arriva il momento di mangiarla, conditela con la bottarga e la scorza di limone grattugiate, olio e decorate con pochi pomodorini.



Vigilia di Solstizio

(ingredienti a porzione)

Spaghetti di farro

Mezzo avocado; mezzo zucchino (verde scuro); mezzo limone

Sale e Pepe nero

Manciata scarsa di mandorle (non tostate)

Olio evo

Schiacciate l’avocado a crema, aggiungete s&p, 1 bella grattata scorza limone (da buco piccolo grattugia), una spruzzatina di succo, olio evo, lo zucchino grattugiato (da buco grande) e le mandorle tagliate in pezzettini. Mescolate bene con la pasta. Et voilà!!!!

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it