Rossi11Il Donna Lisa di De Castris racconta la sua storia antica, costruita su una tradizione vitivinicola plurisecolare, senza  presunzioni, mostrando carattere e nobiltà. Il negroamaro che lo genera tinge il bicchiere di un rubino fitto, ancora vibrante nei riflessi violacei. I profumi evocano spezie e delicati aromi tostati, ben disposti su una fitta trama fruttata di amarena e confettura di prugne. Le note dell’invecchiamento non si fanno attendere: tabacco da pipa, pepe nero. Affascina la presenza di sensazioni d’incenso. Il frutto torna deciso alla bocca e dona equilibrio alla
tannicità ancora evidente. Il finale è una lunga e piacevole sensazione di frutta e mandorla.