Seguici su Facebook Seguici su Instagram
News ed EventiAlla scoperta del pesce di lago

Alla scoperta del pesce di lago

I laghi sono popolati da svariate varietà di pesce che possiedono diverse caratteristiche in base ai regolamenti locali, al diverso calore delle acque, delle aree di pesca scelte dai pescatori e altro ancora. Dopo lunghi anni nell'oblio, oggi, il pesce di acqua dolce sta tornando protagonista delle nostre tavole ed è la base di molte interessanti ricette

Condividi

L'Italia è interessata da un gran numero di laghi, di fiumi e affluenti. Va da sé dunque che i pesci di acqua dolce commestibili abbondino nel nostro Paese. Tuttavia, per lungo tempo, il pesce di lago è stato considerato il fratello minore rispetto a quello di mare, più privilegiato dal mercato, dai ristoratori, ma soprattutto dai consumatori. Dopo quasi un decennio di oblio, oggi, è in corso una rivalutazione di questo pesce che ha in realtà un valore nutrizionale e gastronomico davvero elevato (è normalmente più magro rispetto a quello di mare e risulta di gran lunga più digeribile). Povero di colesterolo, è la base di una grande varietà di ricette tradizionali. Importante anche la totale assenza di iodio, che invece è ben presente nel pesce di mare. E non sottovalutiamo il prezzo: sicuramente più economico rispetto a tanto pescato marino, tanto che anche ora è chiamato "pesce povero". Quando lo scegliete fate attenzione che in etichetta sia indicato se il pesce è pescato o allevato e ovviamente preferite la prima tipologia. Confrontando i valori nutrizionali con il pesce di allevamento, il pesce di lago presenta, infatti, un contenuto più alto di acidi grassi polinsaturiomega-3 e più basso di omega-6. Scopriamo insieme quali sono i principali pesci di lago in questa piccola guida. 

Carpa
Un pesce grande (da 3 a 35 kg), dalle carni grasse e di gusto caratteristico, spesso cucinate in umido o in agrodolce.


196673

Trota
Regina delle acque interne (fiumi e laghi), ha carni morbide e pregiate. Il suo gusto delicato consente di cucinarla in mille modi diversi: "alla mugnaia", al burro e salvia, alla griglia, al forno, al cartoccio.

196632

Salmerino
Per forma e abitudini è simile alla trota, di cui è ritenuto il parente nobile. Ha carni aromatiche, adatte all'accostamento con le erbe e che non vanno snaturate con ricette coprenti. È disponibile solo in inverno.

196674

Gamberi
Bisogna distinguere tra i nostri gamberi di fiume, delicati e molto apprezzati, e il gambero rosso americano, comparso nei laghi italiani da circa 10 anni, probabilmente per immissione accidentale. Invasivo e predatore, è cosiderato un elemento di disturbo.

196706

Lavarello o coregone
Nei nostri laghi dalla fine dell'800, è molto ambito con carni morbide e delicate. Va cucinato in modo semplice. È un pesce di taglia media, ma in commercio si trovano soprattutto esemplari lunghi 30-35 cm per un peso di 300 g circa.

196676

Persico
Ne esistono diversi tipi: quello autoctono dei nostri laghi (persico reale) ha carni ecellenti e dimesioni ridotte (20 cm). Nella cucina tradizionale è protagonista di un goloso risotto al burro su cui viene posto in filetti impanati e fritti.

196635

Luccioperca
Prelibato, con carni gustose, magre e bianche, può raggiungere notevoli dimensioni, ma in genere si trovano esemplari da 1-4 kg. In cucina è estremamente versatile, ottimo anche con soli olio e prezzemolo.

196677

Pesce siluro
Introdotto in Italia alla fine degli anni `60, raggiunge facilmente 1,5 m di lunghezza e ha carni grasse, simili a quelle dell'anguilla. Non è tra i pesci più apprezzati, ma i cuochi più esperti hanno imparato a valorizzarlo.

196678

Gardon
Un predatore quasi infestante, come il siluro, ma ben più piccolo (al massimo 50 cm), è stato immesso in Italia da neanche 20 anni (per errore). Ha carni non particolarmente saporite, ma in questi anni rivalutate.

196679

Agone
Oggi è pescato solo sui laghi di Como (qui arriva a 15 cm di lunghezza) e di Garda (fino a 30 cm), dove è chiamato sardella. È molto apprezzato sia fresco sia essiccato (in questa forma è detto "missoltino").

196680

Alborelle
Sono considerate le grandi estinte, ma ci sono ancora: sono poche, in quantità non adatta alla pesca professionale, ma si possono allevare con qualche gabbia nel lago.

196681

Cristiana Cassè
Marzo 2022

Aggiornamento disponibile!
Fai tap sul pulsante AGGIORNA per aggiornare la Web App.

AGGIORNA ANNULLA

Installa la Web App Le ricette di Sale&Pepe sul tuo iPhone.

Fai tap su Installa Web App e poi Installa Web App "Aggiungi a Home".

Sei offline, alcune risorse potrebbero non essere disponibili. Verifica la connessione.