Sale&Pepe, in edicola il numero di maggio 2015

Sale&Pepe, in edicola il numero di maggio 2015

Dal 18 aprile è in edicola la nuova edizione di Sale&Pepe con una carrellata di delizie tutte da scoprire, tante idee per preparare pizze bianche dalle farciture allettanti, tagli di manzo abbinati a profumi di stagione…

Pinterest
stampa
cover-maggio2015
Sale&Pepe

49391Parte una bella avventura che vede Milano al centro di un mondo multiculturale fatto di sapori e saperi. Con Expo 2015 che ha come tema “Nutrire il pianeta”, ci troveremo per sei mesi a parlare di un aspetto indispensabile della nostra vita: il cibo che, secondo l’angolo del mondo da cui si guarda, può essere sussistenza, oppure piacere, lusso, scambio culturale o commerciale, integrazione tra popoli, fonte di reddito e occupazione. Ci sarà la possibilità di interrogarsi sul cibo di oggi in confronto a quello di ieri e chiedersi come sarà domani.

I nostri prodotti e la nostra fantastica cucina saranno sotto gli occhi di tutti così come i piatti e le culture gastronomiche di Paesi anche molto lontani dal nostro. Contaminare la cucina di tutti i giorni con ingredienti mai visti e con ricette che non ci appartengono è un’esperienza alla quale non si può rinunciare. Per questo apro il giornale con una ricetta marocchina che Sale&Pepe non ha mai proposto, con la speranza di averla interpretata correttamente. Si chiama rghaïf alle mandorle ed è una sfoglia arricchita da un goloso ripieno da servire con il tè.

Come mai ho scelto questa ricetta rispetto al mondo di possibilità che avevo davanti? Perché non è difficile e alla base c’è un impasto, ossia un lavoro paziente che le donne di tutto il mondo eseguono quotidianamente portando in tavola paste, pani e dolci di ogni tipo. Le rghaïf, anche definite crêpe sfogliate, possono essere dolci o salate con ripieni diversi (il più tradizionale salato prevede carne macinata, cipolle e coriandolo) e sono servite a colazione, all’ora del tè o per spezzare il digiuno durante il Ramadam.

Secondo la tecnica utilizzata per piegare la pasta, le rghaïf prendono nomi diversi: msemen se quadrate, meloui se rotonde e appiattite. Le nostre sono piegate a pacchettino e dopo un tuffo nell’olio bollente passano nel miele e vengono cosparse di semi di sesamo. Una golosa bontà che darà una sferzata di energia a un tè con le amiche. Abbandonando ogni tanto i soliti biscotti di frolla.

di Laura Maragliano

93027Oltre alle rghaïf alle mandorle, su Sale&Pepe in edicola dal 18 aprile potrai trovare:

PREGIATI TAGLI DI MANZO che sposano i profumi di stagione
PIZZE BIANCHE
per esaltare impasti e farciture
FAVE E CIPOLLE
, dall'orto alla padella
IL CABARET DELLE PASTE
: un nostalgico revival da preparare in casa

Il numero di giugno sarà in edicola dal 20 maggio 2015.

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it