Colletta alimentare straordinaria: l’Italia è in emergenza fame

Colletta alimentare straordinaria: l'Italia è in emergenza fame

La popolare colletta alimentare di fine novembre si replica d’urgenza sabato 14 giugno. A rischio 2 milioni di persone

Pinterest
stampa
Volontarie colletta
Sale&Pepe

Servono subito alimenti a lunga conservazione: olio, pelati e sughi, tonno e carne in scatola, alimenti per l’infanzia.

Chi fa la coda alle mense di carità potrebbe sentirsi dire che il cibo è esaurito. Gli anziani e le famiglie che contano sulla consegna dei pacchi alimentari potrebbero non ricevere più niente.

Sabato 14 giugno, presso tutti i supermercati italiani che aderiscono all’iniziativa, si terrà un’edizione straordinaria della “Giornata nazionale della Colletta alimentare”. Quella che, grazie all’impegno della fondazione Banco Alimentare, viene organizzata da 17 anni alla fine di novembre. La replica si rende necessaria perché le scorte di cibo raccolte durante l’inverno, che fino a oggi hanno garantito un pasto a 4 milioni di persone (di cui oltre 400 mila bambini sotto i 5 anni), vanno assottigliandosi pericolosamente per l’impennarsi della richiesta di aiuto e nel giro di 4 mesi potrebbero diventare insufficienti. Si stima che saranno a rischio fame oltre 2 milioni di indigenti.

56784

In tempi brevi anche il governo dovrebbe intervenire dando vita al Fondo Nazionale, che andrà ad unirsi a quello europeo, ma l’emergenza è adesso e non può aspettare. Oggi più che mai è necessario partecipare numerosi, ognuno come può. Sabato quindi, aggiungete alla vostra spesa qualcosa per chi non ha niente e lasciatelo ai volontari che troverete all’ingresso del supermercato. La rete Banco Alimentare distribuirà tutto il raccolto a oltre 8.800 strutture caritative che assistono ogni giorno migliaia di persone in difficoltà.

"Mentre siamo certi”, afferma Andrea Giussani, presidente di Banco Alimentare, “che questa chiamata straordinaria, rivolta a tutti i cittadini, avrà una generosa e lieta risposta di piena solidarietà verso chi ha ancora meno, non possiamo che attenderci una sollecita presa di posizione delle Istituzioni perché sappiano rendere immediatamente operative le azioni, già programmate e finanziate da Europa ed Italia, per un sostegno sociale sempre più necessario e rispettoso di programmi già deliberati."

Per info: www.bancoalimentare.it. Per seguire sui social: #stracolletta

Cristiana Cassé
12 giugno 2014

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it