Una birra dopo l’allenamento fa bene

Una birra dopo l'allenamento fa bene

Secondo diverse ricerche scientifiche, favorisce la reidratazione e il recupero delle energie perdute. Ma, naturalmente, non bisogna esagerare

Pinterest
stampa
Three Tall Glasses of Beer
Sale&Pepe

Magari non camperà cent’anni, come prometteva una famosa campagna pubblicitaria di qualche anno fa, però chi beve birra può trarne un grande beneficio, specialmente se ha appena terminato un’intensa attività sportiva.

L’informazione sembra certa, visto che viene da fonti scientifiche diverse. Ne ha parlato recentemente la rivista americana “Frontiers in Psychiatry” riportando i risultati di una ricerca condotta dall’università di Houston, in Texas. Ma alle stesse conclusioni sono giunti i ricercatori dell’università spagnola di Granada, coordinati dal professor Manuel Garzon.

L’equipe spagnola, che ha monitorato l’attività di 25 atleti, è giunta alla conclusione che, dopo un grande sforzo fisico, l’assunzione di birra produce gli stessi effetti, o addirittura migliori, dell’assunzione di acqua. Ciò dipende dal fatto che la birra contiene sia il diossido di carbonio (importante per dissetare) sia i carboidrati (importanti per rifornire l’atleta delle calorie perdute).

Naturalmente, non bisogna esagerare. Gli studiosi spiegano che, dopo un allenamento intenso della durata di un’ora nel corso del quale si è perso un litro di sudore, gli uomini possono bere un massimo di mezzo litro di birra, mentre la dose consentita alle donne si dimezza. Dello stesso parere è anche il cardiologo Juan Antonio Corbalan, che ha seguito l’attività di alcuni calciatori del Real Madrid e della nazionale spagnola di basket. Secondo Corbalan, la birra ha il perfetto profilo di reidratazione dopo l’attività sportiva. L’importante è che abbia un basso contenuto alcolico, in modo da non provocare effetti diuretici; a questa condizione, la bevanda idrata facilmente l’organismo senza indurre l’eliminazione di liquidi: quindi, chi la beve dopo l’allenamento ne ripristina la quantità fisiologica  nell’organismo più facilmente rispetto a chi beve soltanto acqua.

Oltre a questi dati, gli esperti dell’università di Houston, hanno studiato anche la componente psicologica del consumo di birra al termine dell’attività sportiva. Bere un bicchiere di bionda spumeggiante “ricompensa e conforta” chi ha prodotto un grande sforzo fisico molto di più che bere un litro di acqua. Inoltre, va tenuto conto anche del “comportamento sociale”, particolarmente importante quando gli atleti praticano sport di squadra o comunque li svolgono in compagnia. L’idea di poter concludere la faticosa attività bevendo una birra insieme ai propri compagni, spiegano gli studiosi americani, favorisce un maggiore impegno nello svolgere una seduta di allenamento molto dura e lunga o nell’affrontare una gara molto impegnativa.

Alessandro Gnocchi
21 dicembre 2015

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it