Tè verde: fa bene. Se sai come usarlo

Tè verde: fa bene. Se sai come usarlo

Ecco come va consumato il tè verde, affinché i principi attivi di questa sostanza colma di benefici funzionino davvero.

Pinterest
stampa
te_verde
Sale&Pepe

In Giappone lo utilizzano da sempre per via delle sue proprietà benefiche, che nel corso degli anni hanno ricevuto sempre più conferme da parte della scienza, che lo ha osservato e studiato, arrivando alla conclusione che è veramente uno degli ingredienti che allunga la vita. Il tè verde è un concentrato naturale di antiossidanti, tra i quali troviamo soprattutto polifenoli e bioflavonoidi: i germogli delle foglie e le foglie giovani del tè verde contengono infatti la più alta percentuale di principi antiossidanti presente spontaneamente in natura.

Identikit del tè verde
Il tè verde è composto esclusivamente da foglie di Camellia sinensis che durante la lavorazione non devono subire alcuna ossidazione. Di origini cinesi, per secoli è stato consumato in varie regioni asiatiche, dal Giappone al Medio Oriente, ma ultimamente è molto diffuso e celebrato anche in Occidente. A livello globale è la seconda varietà di tè più diffusa, ma nel tempo ne sono state create molteplici varietà, diverse in base alle condizioni di crescita locali (altitudine, clima, suolo, schermatura dal sole), e alle modalità di raccolta e di lavorazione.

Non solo antiossidante
I pregi del tè verde non si esauriscono con le sue proprietà antiossidandi. È anche un antibatterico naturale, oltre a proteggere contro i tumori della pelle e a essere un grande antisettico delle vie urinarie. Inoltre, grazie alle catechine, regola la pressione e contribuisce a ridurre il rischio di ictus e funziona anche contro l’obesità, grazie al suo potere saziante. Alcune sostanze contenute nel tè verde possono contribuire infine a inibire la proliferazione delle cellule tumorali nel fibroma uterino, serve a inibire il diabete e a regolare i livelli di colesterolo. Insomma, una sostanza quasi miracolosa che ha addirittura gli stessi principi attivi di alcuni farmaci. E infatti ciclicamente si trovano sui media notizie che lo riguardano e che ne celebrano le virtù. Ma se lo si consuma male si rischia di vanificare tutto.

Istruzioni per l’uso
Innanzitutto, affinché faccia effetto è bene che il consumo sia costante e distribuito nel corso della giornata. Inoltre mettere le foglie di tè nell’acqua bollente sciupa tutto, poiché i principi attivi si disperdono. In sostanza il procedimento seguito comunemente, ovvero mettere 2 o 3 cucchiaini di foglie in una tazza di acqua bollente, è sbagliato. Per operare correttamente bisogna mettere le foglie di tè verde direttamente nel colino e versarvi sopra l’acqua bollente. In questo modo si arriva a una temperatura dell’acqua intorno agli 80 gradi, che garantisce l’efficacia dei principi attivi.

Per chi vuole approfittare delle sue virtù spezza fame, l'ideale è consumarlo prima dei pasti: le foglie di tè verde hanno infatti il potere di inibire le lipasi pancreatiche, enzimi secreti dal pancreas e deputati all'idrolisi dei lipid, e di bloccare la fame.

Emanuela Di Pasqua,
21 giugno 2016


photo credits: Wikipedia 

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it