Aggiornamento disponibile!
Fai tap sul pulsante AGGIORNA per aggiornare la Web App.

AGGIORNA ANNULLA

Installa la Web App Le ricette di Sale&Pepe sul tuo iPhone.

Fai tap su Installa Web App e poi Installa Web App "Aggiungi a Home".

Sei offline, alcune risorse potrebbero non essere disponibili. Verifica la connessione.

L’hamburger e lo storico viaggio oltreoceano

L'hamburger e lo storico viaggio oltreoceano

E’ il cibo più popolare in America, ma con origini tedesche. Con una storia curiosa alle spalle e ricette con cui sbizzarrirsi, ecco a voi il signor hamburger

Pinterest
stampa
AA096088_alta
Sale&Pepe

Sua maestà l’hamburger, a chi è che non piace. A chi, almeno una volta, non ha salvato il pranzo all’ultimo minuto? Facile, economico e super gustoso. Le qualità le ha tutte, tanto che si fa divorare in pochi bocconi. È il panino ideale per far lavorare la fantasia, con cui ci si può sbizzarrire arricchendolo con deliziosi ingredienti colorati e che fanno bene all’umore, oltre che allo stomaco.

Ma vi siete mai chiesti perché si chiama hamburger? Nelle cronache culinarie si inizia a parlare di lui nel lontano '800, quando cominciarono le prime migrazioni verso gli Stati Uniti attraverso l’unica compagnia navale chiamata Hamburg America Lines, che partiva proprio dalla città di Amburgo, in Germania. Il cibo ai tempi scarseggiava e chi partiva per questo lungo viaggio si accontentava di poco, basta che li saziasse. L’idea dei cuochi fu quella di preparare un trito di carne bovina insaporito da aromi e cipolle cotto sulla griglia. Un piatto semplice che piacque a tutti, tanto che una volta sbarcati nel nuovo mondo, i passeggeri iniziarono anche a cucinarlo nelle loro case dando al piatto il nome della compagnia di navigazione. Fu così che divenne un vero simbolo della cucina a stelle e strisce. Non a caso sono proprio gli americani ad essere i maggiori “mangioni” di hamburger: tredici miliardi all’anno, che messi uno di fianco all’altro circonderebbero la terra ben trentadue volte. Una vera ossessione.

Nel cuore dell'hamburger

Ma andiamo nel dettaglio... il nome hamburger, come tutti lo intendiamo, indica una grossa polpetta di carne, quella che comunemente chiamiamo svizzera o pressata, ma con il diffondersi dei fast food, il termine ha coniato il tanto amato pane e carne. Qui parliamo di entrambe fornendo le indicazioni sia per preparare la "polpetta", sia per servirla nel modo più gustoso con deliziosi accostamenti.

1) Materia prima: carne e pesce andrebbero acquistati in un pezzo intero, in modo da poter scegliere prodotti freschi e di qualità. Ma anche in versione veg con legumi o tofu.

2) Macina ideale: l'impasto non deve essere né troppo compatto né eccessivamente sgranato, altrimenti in cottura l'hamburger potrebbe diventare duro o al contrario sfaldarsi.

3) Altri ingredienti: verdura, formaggi e salse danno il tocco di classe al classico pane e carne. Fatevi guidare da gusto e fantasia.

4) Cottura: trattandosi di una polpetta piuttosto spessa, l'hamburger va cucinato a fuoco medio in modo da poter cuocere al cuore senza bruciare esternamente. 

Anche oggi vi vogliamo regalare qualche spunto su come preparare dei gustosi hamburger, che poi se vorrete potete vestire con un delizioso panino al gusto che più preferite, da gustare mentre si gioca a carte o si guarda la tv. 

184426 HAMBURGER DI MARE

INGREDIENTI: 400 g di sardine in scatola, 4 fette di pane bianco, 1 cipolla, 1 albume, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 bicchiere di vino bianco, 2 cucchiai di ketchup, 1/2 peperoncino piccante, sale

Tagliate la crosta del pane bianco, spezzettate la mollica con le mani e mettetela a bagno in una ciotola con il vino. Poi andate a scolare con cura le sardine, eliminando le lische e la pelle; asciugate con la carta da cucina e passatele al mixer per ridurle in poltiglia. Trasferite poi le sardine in una ciotola, unite il pane strizzato e sminuzzato, la cipolla e il peperoncino tritati, l'albume e il sale e amalgamate gli ingredienti. Modellate quattro grandi polpette, schiacciatele come hamburger e fatele rosolare da entrambe le parti in padella con l'olio extravergine. Mettete gli hamburger su carta da cucina, scolateli e servite con un velo di ketchup.

184421 HAMBURGER ALLA BISMARCK 

INGREDIENTI: 30 g di burro, 4 hamburger, insalata verde, olio di oliva, pancetta affumicata o bacon, 4 panini al sesamo, sale, 4 uova e rosmarino

Avvolgete 4 hamburger in fettine sottili di pancetta affumicata e cuoceteli in padella con poco olio 5 minuti per parte. Toglieteli e teneteli in caldo; unite al fondo di cottura 30 g di burro e friggetevi 4 uova. Toglietele, salate e rifilate gli albumi. Mettete hamburger e uova in 4 panini al sesamo tostati, profumate con rosmarino tritato e servite con insalata verde.

184423 HAMBURGER ALLA PIZZAIOLA 

INGREDIENTI: 4 acciughe o alici sott'olio, 4 hamburger, 120 g di mozzarella, origano, passata di pomodoro e 1 pomodoro ramato

Tagliate a fettine sottili una mozzarella di 120 g circa, sgocciolate 4 filetti di acciuga sott'olio e frullate un grosso pomodoro ramato maturo. Togliete gli hamburger dalla padella e adagiateli su 4 piatti. Mettete su ciascuno una o 2 fettine di mozzarella (a contatto con il calore tenderà a sciogliersi leggermente), irrorate con un cucchiaio di pomodoro, disponetevi sopra l'acciuga e insaporite con un bel pizzico di origano.

184424HAMBURGER IN CROSTA DI PECORINO

INGREDIENTI: 1 aglio, 30 g di burro, cipolla bionda, 4 hamburger, ketchup, 3 fette di pancarré, 40 g di pecorino, pepe, prezzemolo e sale

Tritate nel mixer 3 fette di pancarré private della crosta, 40 g di pecorino grattugiato, uno spicchio di aglio sbucciato, un pizzico di sale, una grattugiata di pepe e un ciuffetto di prezzemolo mondato, lavato e asciugato delicatamente con carta da cucina. Spennellate 4 hamburger con 30 g di burro fuso a bagnomaria. Passate gli hamburger nel trito preparato su entrambi i lati, premendoli delicatamente per farlo aderire bene. Sistemate gli hamburger su una placca rivestita con carta da forno e cuoceteli nel forno già caldo a 200° per 15 minuti, girandoli con una paletta solo una volta, quando sono a metà cottura. Serviteli a piacere con gli anelli di 1 cipolla bionda fritti in poco olio extravergine e una salsina al pomodoro tipo ketchup.

Pubblicato il 12/02/2021

Condividi

Torna indietroTorna indietro Torna alla Home pageTorna alla Home page

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it