McDonalds valorizza il Made in Italy con una nuova linea di panini firmata da Joe Bastianich

McDonalds valorizza il Made in Italy con una nuova linea di panini firmata da Joe Bastianich

Pinterest
stampa
McDonlads valorizza il Made in Italy con una nuova linea di painini firmata da Joe Bastianich_spot-backstage-63
Sale&Pepe

È un McDonalds che parla un bell'italiano fluente quello che abbiamo incontrato alla presentazione di My Selection 2020 in via Tortona a Milano.

181438E non è solo l'italiano di Dante, perché i tre nuovi panini hanno svariati accenti locali” scherza Mario Federico, amministratore delegato di McDonald’s Italia. Il manager fa riferimento alle origini degli ingredienti di questa linea premium, che vanta la presenza di Dop e Igp provenienti da Nord a Sud Italia, come Asiago Dop, Pecorino Toscano Dop, cipolla di Tropea Calabria Igp e Aceto Balsamico di Modena Igp.

La collaborazione tra la multinazionale, i produttori e i consorzi italiani in effetti non è una novità: è iniziata una dozzina di anni fa, grazie anche alla partecipazione della Fondazione Qualivita e Origin Italia, nata a sua volta dall’Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche. Da allora McDonalds Italia ha utilizzato 2 tonnellate e mezzo di prodotti a marchio Dop e Ipg per circa 40 prodotti diversi. E non solo: lo stesso Mario Federico ha guidato un percorso che ha portato progressivamente McDonald’s a rivolgersi a fornitori per l’84% italiani, acquistando da loro ogni anno 94 mila tonnellate di materie prime, per un investimento di 200 milioni di euro.

Al momento dai ristoranti della catena transitano le eccellenze di quasi mezza Italia, carne compresa. “Ma l'obiettivo – spiega il manager – è quello di ampliare sempre più la lista dei fornitori, per poter un giorno avere rappresentate tutte le regioni italiane”.

181447L'idea è di portare il Made in Italy in modo informale anche all'estero. E in effetti in Europa la bandierina verde, bianco e rossa sventola già in alcune ricette della catena.

“Se i prodotti italiani si possono solo gustare in un ristorante stellato, dove una portata costa come minimo 40 euro, non avranno mai una distribuzione interessante” osserva acutamente Joe Bastianich. “Quindi ben vengano iniziative come questa. Qui il target sono soprattutto i giovani e i prezzi sono quelli della tradizione McDonalds. Accessibili per tutti”. Lui è il padrino dei tre panini My Selection.

Basta sentirlo parlare pochi minuti per capire che chi meglio di lui. Musicista, cuoco eccellente, di sangue italiano, ma per nascita e cultura decisamente americano e idolo che piace trasversalmente a mamme, ragazzini e pure alla nonna. In pratica in un solo testimonial c'è tutto ciò che McDonalds vuole far apprezzare con la sua collezione premium 2020.

181444Quanto è amato dai giovani si è visto anche durante il contest My Selection Chef. In questa competizione amichevole che si è svolta durante la presentazione della nuova collezione, i protagonisti erano gli studenti degli istituti alberghieri italiani. I ragazzi si sono sfidati a colpi di conoscenza sia teorica che pratica delle nostre eccellenze Dop e Igp, sotto lo sguardo attento di Joe Bastianich e di Raffaele Bellini, lo chef che studia e testa le ricette dei panini di McDonalds Italia.

Come nasce un panino? “A me piace scegliere prodotti buoni e ascoltare cosa piace alle persone. Studio abbinamenti di sapori e di consistenze, provo e riprovo, faccio assaggiare, mi confronto con i colleghi e propongo ricette che siano replicabili con la stessa qualità anche nei nostri ristoranti” spiega Raffaele Bellini. E per un attimo ci fa immaginare il suo lavoro “È un grande gioco di squadra, una macchina con ingranaggi complessi, doveè prezioso l'apporto di tutti. E non crediate che le cucine dove lavoro siano così diverse da quelle di chiunque... sono uguali,solo cambia la tecnologia a disposizione”.

di Barbara Roncarolo
gennaio 2020

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it